Le Ted arrivano alla Sapienza: “Si può fare agricoltura nello spazio?”

Ted

Si può fare agricoltura nello spazio o “affamare” il cancro con una dieta a base di frutta e verdura? o produrre il cibo senza avvelenare l’ambiente? Sono solo alcuni degli interrogativi che undici esperti in scienze della vita affronteranno nel corso di microconferenze in programma alla Sapienza lunedì 18 novembre. Gli interventi su salute, green economy, energie alternative, sicurezza alimentare e salvaguardia ambientale, saranno ripresi in diretta e diffusi sul web.

L’obiettivo? Raccontare la scienza ai non addetti ai lavori sul modello dei famosi TED’s Talks ovvero attraverso interventi semplici e discorsivi destinati a un pubblico di studenti, insegnanti o semplicemente di curiosi sui temi più dibattuti nell’ambito delle scienze della vita. Una modalità che, per chiarezza e brevità espositiva, mira a raggiungere un pubblico il più ampio possibile. Le microconferenze, della durata di 15 minuti ciascuna, saranno liberamente accessibili su internet.

Tra i relatori provenienti da Università ed enti di ricerca nazionali, lo scienziato Lucio Luzzatto che affronterà il tema di mutazioni e cancro, Anna Tramontano (Sapienza) che parlerà delle innumerevoli funzioni delle proteine nel nostro organismo; Giovanni Destro Bisol (Sapienza) interverrà sul tema “Condividere è bello (e anche utile): il data sharing nella ricerca biologica”; Giacomo Pietramellara (Università di Firenze) affronterà il tema dello “Space farming” ossia come migliorare l’efficienza delle pratiche agricole e permetterne l’estensione anche ai suoli estremi; Ernesto Di Mauro (Sapienza) parlerà dell’origine della vita sulla terra e dell’intima interazione tra metabolismo e genetica.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Studenti e Funamboli occupano l'ex maternità di Bologna: "Basta svendita del nostro patrimonio"

Next Article

Roma: studenti occupano residenza universitaria: "E' una situazione indegna"

Related Posts
Leggi di più

Francia, suicida la star dei social MavaChou: travolta dagli insulti dei fan dopo la separazione dal marito

Maëva Frossard, 32 anni, si è tolta la vita lo scorso 22 dicembre. La procura di Epinal vuole capire se il suo gesto può essere stato una diretta conseguenza degli insulti ricevuti sui social network dove lei aveva costrutito un piccolo impero grazie ai video sulla vita di coppia e consigli per l'acquisto con l'ex marito. La situazione poi è precipitata dopo la loro separazione.