La storia di Vincenzo: non vedente, diplomato con 100 e lode

Vincenzo Rubano

Un esame orale perfetto, dopo aver ottenuto il massimo dei voti anche alle prove scritte. Una standing ovation dalla commissione dopo il 100 e lode tutto meritato. E’ la storia di Vincenzo Rubano, studente diplomato presso l’istituto Galilei – Costa di Lecce. E’ la storia di Vincenzo, non vedente dalla nascita. Il suo handicap non l’ha di certo fermato, anzi.

Vincenzo ha affrontato senza paura la commissione d’esame, sbalordendo tutti i presenti. La sua deficienza sembra trasformarsi in uno stimolo per dare sempre di più. Ma Vincenzo non si è fermato qui: già in terzo superiore aveva dato vita al sito web dal nome “Ti tengo d’occhio”, per portare avanti la sua battaglia personale per i diritti dei non vedenti. Poco dopo, poi, è toccato ai video su You Tube: Vincenzo è riuscito a creare un sistema, dal nome V4B-Video4Blind, che rende visibili agli occhi dei ciechi i video sulla piattaforma.

La storia di Vincenzo non sembra finire: poco prima della maturità è stato invitato a partecipare a una conferenza a Portland, negli Stati Uniti. Lì ha ricevuto la proposta di una borsa di studio della durata di sei mesi per restare in America e proseguire lì gli studi. Come dire: la strada è ancora lunga. Ma Vincenzo c’è.

Raffaele Nappi

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Hitler come un supereroe, bufera su un'università thailandese

Next Article

Università: l'incontro tra Carrozza e i ricercatori italiani

Related Posts
Leggi di più

Seggi elettorali, Cittadinanzattiva: “L’88% ancora nelle aule. E la maggior parte dei comuni non vuole spostarli”. L’appello

Le amministrazioni che hanno deciso di continuare a votare nelle scuole lo fanno per diversi motivi. In primis, la mancanza di luoghi pubblici o privati aventi le caratteristiche richieste. Cioè: senza barriere architettoniche, con servizi igienici e spazi per alloggiare le forze dell'ordine e in prossimità dell’elettorato resident