La Sapienza cerca 34 collaboratori esperti linguistici

L’Università di Roma La Sapienza ha aperto un bando per il reclutamento di 34 profili di collaboratore esperto linguistico (CEL).
La prima università romana, nello specifico, è alla ricerca di collaboratori madrelingua nei seguenti idiomi:
– n. 1 posto di madre lingua svedese;
– n. 3 posti di madre lingua russa;
– n. 8 posti di madre lingua spagnola;
– n. 5 posti di madre lingua francese;
– n. 5 posti di madre lingua inglese;
– n. 2 posti di madre lingua portoghese versante europeo;
– n. 1 posto di madre lingua slovacca;
– n. 3 posti di madre lingua araba;
– n. 1 posto di madre lingua hindi;
– n. 1 posto di madre lingua bengali;
– n. 1 posto di madre lingua coreana;
– n. 1 posto di madre lingua persiana;
– n. 2 posti di madre lingua giapponese.
Requisti indispensabili per partecipare alle selezioni sono, oltre alla competenza linguistica a livello di madrelingua, la laurea Vecchio Ordinamento o quella specialistica o magistrale.
Dopo una prima verifica dei titoli posseduti, i candidati selezionati passeranno a una duplice prova, la prima scritta, la seconda orale.
Le domande di partecipazione devono essere presentate entro il 4 gennaio 2016, per via telematica tramite la modalità di posta elettronica certificata personale a [email protected], oppure, per e-mail all’indirizzo: [email protected].
Maggiori informazioni riguardo la selezione di collaboratori esperti linguistici sono disponibili sul sito della Sapienza alla pagina dedicata ai concorsi.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

In Italia solo 1 studente su 100 vorrebbe fare il professore da grande

Next Article

La ricerca del Cnr: pedalare in bicicletta potenzia il cervello e la vista

Related Posts
Leggi di più

Altro che tesoro! In Italia chi trova un amico… trova un lavoro

Secondo un'indagine Inapp-Plus negli ultimi dieci anni quasi un lavoratore su quattro ha trovato occupazione tramite amici, parenti o conoscenti. Solo il 9% grazie a contatti stabiliti nell'ambiente lavorativo. Un sistema che ha delle ripercussioni anche su stipendi e mansioni (al ribasso).