Jason, 11 anni: vende i suoi giocattoli per finanziare la scuola del fratellino Down

Jason ha 11 anni e un fratello gemello, Aaron, affetto dalla sindrome di Down cui è legatissimo, così tanto da essere disposto a tutto per lui, persino a rinunciare a tutti i suoi giocattoli. Nulla di speciale fin qui, se non fosse che l’intento del piccolo Jason era quello di permettere al fratellino e a tutti gli altri ragazzi affetti da sindrome di Down che frequentano la sua scuola di poter usufruire di nuovi corsi, nuove lezioni, avere insomma opportunità di studio e formazione.
Così Jason ha raccolto tutti i suoi giocattoli e organizzato un mercatino che, con l’aiuto dei commercianti della zona, è riuscito a incassare 400 sterline, subito devolute alla scuola dove studia il fratellino, la Greenacres School, a Barnsley, South Yorkshire, che adesso potrà organizzare un corso di giardinaggio dedicato ai ragazzi disabili.
Ho pensato che fosse una buona idea, perché ci sono tanti bambini con disabilità e volevo fare qualcosa per loro – ha spiegato Jason ai giornalisti che hanno voluto raccontare la sua storia – Ci si sente veramente bene ad aiutare. E spero che Aaron sia molto orgoglioso di me”.
Due fratelli così legati non possono che essere l’orgoglio di un genitore: “Sono sempre stati molto affiatati: hanno un legame unico e speciale. Non sono solo fratelli gemelli, ma veri e propri compagni di vita – ha raccontato la mamma, Lynn Clark – “Jason non vuole solo sostenere la scuola, che significa tanto per suo fratello, ma mi ha detto che da grande vorrà aprire una sua attività, così da poter sempre prendersi cura di Aaron. Vuole essere acquistare una casa per lui e assicurarsi che abbia quello di cui ha bisogno. Mi sento così orgogliosa di lui”.
Ma l’entusiasmo di Jason non si ferma: ha già chiesto l’autorizzazione alla direttrice della scuola di Aaron per aprire un sito web che promuova l’associazione di beneficenza che ha creato “Suportthenoun”, portale già attivo da cui si possono reperire tutte le news e supportare con donazioni le iniziative di questo sorprendente ragazzino di 11 anni e del suo fratellino Aaron.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Università, le 10 idee dei rettori per il rilancio

Next Article

La storia del Prof Borea: il più giovane preside di facoltà al mondo (in Bahrein)

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".