The Jackal, una lezione all'Università

Varese, 12 febbraio 2015 – Il fenomeno televisivo Gomorra – La serie tratto dal celebre romanzo dello scrittore napoletano Roberto Saviano diventa un caso di studio all’Università degli Studi dell’Insubria. Il corso di laurea in Scienze della comunicazione organizza venerdì 27 febbraio 2015, ore 15, nell’Aula Magna Porati-Granero, via Dunant, 3 a Varese, GOMORRA day, Giornata di approfondimento televisivo-mediale e storico-sociale sul fenomeno Gomorra – La serie produzione Sky di grande successo nazionale e internazionale, con la partecipazione del protagonista, Ciro, al secolo Marco D’Amore e l’intervento in collegamento dei videomakers The Jackal, autori della parodia del serial Gli effetti di Gomorra sulla gente, che sta spopolando sulla rete.
«L’obiettivo della giornata è analizzare l’importanza che il prodotto seriale ha rappresentato per il sistema televisivo italiano contemporaneo e le sue implicazioni dal punto di vista del racconto finzionale dell’attualità e della condivisione presso il pubblico» sottolineano Katia Visconti e Andrea Bellavita, docenti dell’Università degli Studi dell’Insubria, organizzatori dell’evento.
Intervengono: Andrea Bellavita, docente di Linguaggi televisivi e crossmediali dell’Università dell’Insubria; Mauro Gervasini, docente di Linguaggi audiovisivi dell’Università dell’Insubria, direttore Film TV; Antonio Orecchia, docente di Storia contemporanea dell’Università dell’Insubria; Marco D’Amore, protagonista di Gomorra – La serie; Antonio Visca, head of SKY Atlantic HD. Con la partecipazione di: The Jackal, video makers di Gli effetti di Gomorra sulla gente. Coordina Katia Visconti, docente di Storia e media dell’Università dell’Insubria.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Nasce il primo transistor su silicene

Next Article

Diventa volontario allo YIF

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".