Il Rettore dell'Orientale in Parlamento

Nonostante la sonora batosta del centrosinistra di qualche ora fa, Pasquale Ciriello ce l’ha fatta. Pare proprio che il Rettore dell’ateneo partenopeo “L’Orientale”, in quota al Pd di Veltroni nel collegio Campania 1, siederà sugli scranni di Montecitorio.
“Penso che la prossima Legislatura dovrà ruotare intorno a due filoni fondamentali: riforme istituzionali da un lato, scuola e università dall’altro” aveva detto il costituzionalista neo deputato nel suo programma, giocando anche la carta dell’uomo estraneo al palazzo e alle logiche di partito vantandosi di non avere alcuna tessera elettorale.
Sarà dunque all’opposizione del Governo presieduto da Berlusconi che proprio ieri sera, intervenendo telefonicamente a Matrix, ha ribadito che uno tra i punti da realizzare del suo quinquennio sarà la riforma della scuola già abbozzata dall’ex Ministro Letizia Moratti. Ed è proprio a partire da questo dicastero che si dovrebbe verificare l’accorpamento tra il Ministero dell’Università ed il Ministero della Pubblica Istruzione per ritornare al vecchio Miur “spacchettato” dal Governo Prodi.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Casamonti a Siena, guardando all'Expo

Next Article

Dottorandi a mezzo servizio

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).