Il governo spagnolo taglia le borse di studio: gli studenti rispondono così…

Free Hugs
Sabato a Roma “free hugs” per tutti

 

Basta borse di studio, basta viaggi, basta esperienze all’estero: il governo spagnolo, secondo quanto denuncia l’associazione “Erasmus Student Network Italia” ha deciso infatti di cancellare i fondi per gli studenti in mobilità Erasmus.

“ESN Italia ritiene grave, proprio nel momento del lancio del nuovo programma settennale Erasmus +, in cui l’Unione Europea promette di stanziare ulteriori risorse rispetto al periodo 2006-13, una decisione di questo tipo da parte delle autorità nazionali di un Paese membro” -scrivono in un comunicato.

“L’Europa meridionale è in piena crisi – afferma il Presidente di ESN Italia Carlo Bitetto – ci troviamo di fronte al paradosso, soprattutto in Paesi come Italia e Spagna, dove i giovani laureati non trovano lavoro. Quando lo raccontiamo ai nostri colleghi del Nord Europa si mettono a ridere non riuscendo a comprendere questa situazione; la misura del Governo spagnolo va esattamente contro la soluzione o il ridimensionamento di questo tragico problema della nostra generazione”.

Ad esprimere in pieno la solidarietà agli studenti Erasmus spagnoli, che rappresentano la maggioranza degli incoming per i nostri Atenei con una presenza intorno alle novemila unità ogni anno, sarà il momento del c.d. Free Hugs, che vedrà, Sabato 16 Novembre alle ore 16:30, un abbraccio collettivo tra tutti gli studenti Erasmus ed Exchange che parteciperanno all’Incontro Culturale Erasmus che avrà luogo a Roma, invasa per tre giorni da 3.000 studenti stranieri in visita nella Capitale in occasione dell’evento organizzato proprio da ESN Italia. Un gesto di pace e fratellanza da parte di una generazione che, pur tra mille difficoltà, resta unita e crede nell’Europa.

La sensibilizzazione della collettività da parte di ESN Italia non si limiterà però all’abbraccio di Roma. Gli studenti spagnoli in viaggio verso la Capitale sottoscriveranno un messaggio, congiuntamente ai rappresentanti di ESN, da recapitare all’Ambasciatore Spagnolo in Italia affinché questi possa interessarsi attivamente della situazione e rappresentare il grave disagio dei suoi connazionali ai membri del Governo iberico.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Nominata la nuova Giunta della Crui

Next Article

Università, allarme dei rettori: "Persi diecimila ricercatori"

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, online il bando del Ministero per finanziare i progetti di interesse nazionale. Messa: “Pronti 749 milioni di euro”

E' online il bando, finanziato in parte con le risorse del PNRR, che stanzia quasi 750 milioni di euro per lo sviluppo della ricerca italiana. Dei 749 milioni, circa 223 milioni - il 30% del totale - sono destinati a progetti presentati da professori o ricercatori con meno di 40 anni. Il ministro Messa: "Vogliamo incentivare i giovani a sviluppare ambiziosi progetti di ricerca di base".
Leggi di più

Percorsi di studio “transnazionali” e un’unica carta dei diritti per gli studenti: ecco l’università “europea” immaginata dalla ministra Messa

Dopo 23 anni dalla Dichiarazione di Bologna, i ministri europei dell'Università si sono ritrovati a Parigi per ridisegnare il futuro dell'istruzione accademica. La ministra Maria Cristina Messa: "Obiettivo è creare un'offerta transnazionale, internazionalizzando i percorsi di studio e disponendo una carta europea dello studente".