Il CEINGE compie 10 anni: a festeggiarlo il ministro Giannini e studiosi di tutto il mondo

ceinge

Il CEINGE compie 10 anni: il Centro di Ricerca sulle Biotecnologie avanzate festeggia i suoi primi 10 anni e lo fa in grande stile, invitando per l’occasione alcune delle maggiori personalità dell’ambiente scientifico internazionale.

Da Lunedì 28 Aprile a Mercoledì 30 Aprile l’Hotel Excelsior di Napoli ospita tre giornate di studio, presentazioni e celebrazioni per il decennale dell’attività del CEINGE, il Centro di Ricerca sulle Biotecnologie avanzate che rappresenta, per unanime consenso della comunità scientifica, una delle grandi eccellenze del nostro Paese, ormai noto a livello internazionale come centro di riferimento per la Biologia molecolare clinico-genetica di laboratorio e per la Diagnostica molecolare.

Le tre giornate napoletane, aperte dal Ministro Giannini e da un nutrito gruppo di Rettori delle Università italiane, non saranno soltanto una celebrazione ma soprattutto un importante confronto tra alcuni dei più importanti scienziati a livello internazionale (tra cui il premio Nobel Aaron Ciechanover e gli studiosi internazionali Roderic Guigò, Martin Walsh, Francesco Ramirez, Jean-Jacques Cassiman e Carlo Croce) sulle nuove frontiere delle scoperte della biomedicina per la salute dei cittadini.

E per la prima volta in Italia ci sarà anche il conferimento di un Dottorato di ricerca Honoris Causa in Scienze Biotecnologiche che andrà a Mauro Ferrari, lo scienziato friulano che dirige lo Houston Methodist Research Institute, negli Stati Uniti (con oltre mille studiosi). Un matematico che con i suoi studi sulle nanotecnologie applicate alla medicina sta rivoluzionando l’approccio alle cure oncologiche.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

FLC CGIL a Ministro Giannini: "Ecco le nostre proposte per cambiare il sistema scuola"

Next Article

Liceo di 4 anni: il Miur accelera, ma i sindacati denunciano: "così si tagliano 40mila cattedre"

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".