Hai scritto un libro? Ecco come partecipare al primo torneo letterario gratuito online del GeMS

libro

Aperte dal 23 gennaio 2014, le iscrizioni al quinto concorso letterario riservato a romanzi inediti ed anonimi (è consentito solo un nickname), che ha già fatto conoscere tante nuove storie ai lettori italiani. Sul sito www.ioscrittore.it tutte le istruzioni ed i suggerimenti per presentare i lavori che, in un unico caso, vedranno la pubblicazione in cartaceo: tutto il resto è “virtuale” quindi legato alla rete in grado di assicurare trasparenza e professionalità.

Saranno infatti, la capacità di coniugare l’assoluta meritocrazia democratica – che internet esige e l’abilità editoriale di primarie case editrici – che in questa innovazione mettono tutta la loro esperienza, ad offrire una possibilità ad aspiranti scrittori di farsi notare nell’universo letterario italiano.

I libri possono aprire tante porte, oltre che molte menti, ed a volte consentono agli autori di realizzare sogni, fondare associazioni di beneficienza, sbarcare sui mercati europei, pubblicati dai migliori editori.

“Molti dei vincitori non avrebbero avuto l’occasione, il coraggio, la forza di entrare in una casa editrice senza il torneo – dice Stefano Mauri, presidente del gruppo editoriale Mauri-Spagnol – tanti dei perdenti ci hanno ringraziato per l’esperienza che li ha arricchiti e messi nella giusta direzione, certi di vivere un fondamentale momento formativo. L’importante è che i concorrenti imparino quel che noi sappiamo: l’editoria seria richiede pazienza, lavoro, entusiasmo ma anche capacità di mettersi in discussione”.

Le preiscrizioni alla quinta edizione del premio sono già attive: un concorso di scouting tra scrittori utilizza la rete per incoronare il vincitore. Promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol, col patrocinio del Mibact, consente a tutte le opere finaliste di essere pubblicate da GeMS in formato eBook, per entrare a far parte del vasto catalogo web.

 

manifesto

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Concorso 500 giovani, la rabbia degli esclusi: "Gestito in malafede"

Next Article

Gli insegnanti italiani guadagnano poco, il ministro rilancia

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".