“Fai continuare la sua storia” – Il video per i malati di Sla girato da quattro studentesse

fai continuare la sua storia video sla malati di sla

“Fai continuare la sua storia” – E’ l’appello che quattro studentesse romane hanno voluto lanciare a favore di tutti i malati di Sla. Un video girato con pochi mezzi: uno smartphone, la stanza di una delle ragazze, un vecchio diario, tantissima sensibilità e coraggio. La storia raccontata è quella di Francesca: una ragazza giovane, amante dei viaggi e della musica, che un giorno scopre di avere la Sclerosi Laterale Atrofica (Sla).

Il video è straordinario, vince il premio Spot School Award 2o13, il festival riservato a giovani talenti creativi, e viene adottato dall’Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica), come video-manifesto delle proprie iniziative (l’associazione da oltre 30 anni è attiva nel sostegno ai malati di Sla) e strumento di sensibilizzazione sulla malattia e sulla necessità di assistenza dei pazienti.

Le autrici del video sono: Chiara Simmi, Lavinia Barbarossa, Michela Cianciullo, Athena Marcucci, tutte studentesse dell’Università Lumsa di Roma.

Guarda il video qui sotto

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Gennaro Gattuso arriva all'Università: incontro con gli studenti dell'Alma Mater

Next Article

Funziona il bonus giovani voluto dal Governo Letta: entro il 2015 previste 75 mila assunzioni

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".