European University for Tourism in Italy

Torre del Greco ospiterà una delle sedi formative dell’Università Europea del Turismo

L’Italia accoglie l’ Università Europea del Turismo di Tirana. Dopo Capaccio è la volta di Torre del Greco che ospiterà una delle sedi formative dell’Università albanese, grazie alla convenzione firmata dal Rettore Salvatore Messina (nella foto) e dal Sindaco della cittadina vesuviana Ciro Borriello.
L’intesa prevede l’ utilizzo, per trent’anni e a costo zero, dell’ ex complesso produttivo dei Molini Meridionali Marzoli per l’attivazione dei corsi di laurea in Economia del Turismo, Politiche del Turismo, Gestione dei Servizi Turistici, Hotellerie e Ristorazione e i master di I livello in Turismo, Hotellerie e Tecnologia dell’Informazione e della Comunicazione.
“Non abbiamo ancora definito con il Comune le modalità di funzionamento
della nostra sede in quella città” precisa il Rettore Messina che porta avanti l’ambizioso progetto di fare dell’ Università Europea del Turismo il più avanzato polo euro-mediterraneo formativo e culturale nel settore del turismo.
Rettore, quali sono le caratteristiche peculiari dei corsi Bachelor e dei Master offerti dalla Sua università?Le peculiarità dei Corsi di bachelors e di Master offerti dalla nostra Università sono quelli di un corpo docente formato da 52 professori universitari selezionati nelle Università partner (Lusiada di Lisbona, Malaga, Angers, Nantes, “Ca’ Foscari” di Venezia, Piemonte Orientale “A.Avogadro”, “La Sapienza” di Roma, Scienze Gastronomiche di Pollenzo e Seconda Università di Napoli) in base a criteri di competenza, esperienza nel campo ed effettiva gestione di iniziative e progetti di sistema nel settore del turismo. A questi docenti vengono affiancati 28 docenti tecnico-pratici che provengono dalle principali aziende italiane dove possiedono specifiche responsabilità nei temi oggetto dell’insegnamento, così da trasferire agli allievi non solo competenze teoriche ma anche abilità pratiche che saranno utilissime nel loro inserimento professionale dopo la laurea o dopo il master. Quali le opportunità di formazione pratica offerte ai vostri studenti? Tutti i nostri allievi effettuano prima della conclusione del loro percorso formativo un periodo di stage in azienda, di una durata variabile fra 200 ore e 6 mesi, dove vengono seguiti da un tutor aziendale e da un tutor della nostra Università che definiscono, insieme con lo studente, le attività che saranno svolte e le verifiche periodiche dell’apprendimento. Siamo convinti che lo stage sia un’ottima opportunità per l’allievo per presentarsi all’azienda e farsi apprezzare per la sua competenza e per il suo comportamento. Ecco perchè le principali aziende europee del settore pubblico e privato del turismo ci hanno richiesto di programmare gli stage nelle loro strutture.
Ivana Berriola

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

University game

Next Article

Next step: Brazil!

Related Posts
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.