Essere un gruppo

La Facoltà di ingegneria della Federico II ha tenuto una lezione dal titolo “Gestire i gruppi di lavoro nella gestione dei progetti”.

Nell’ambito del ciclo di seminari dei corsi di Gestione dell’Innovazione e dei progetti e Economia e Organizzazione Aziendale del Corso di laurea in Ingegneria dei Progetti e delle Infrastrutture, la Facoltà di ingegneria della Federico II ha tenuto una lezione dal titolo “Gestire i gruppi di lavoro nella gestione dei progetti”.
Essere un team è fondamentale, lavorando in gruppo si ottengono risultati perché ormai è diventato troppo complesso poter operare da soli nella gestione di progetti” ha esordito il Preside di facoltà Edoardo Cosenza. Viene così messa in tavolo la figura del Project Manager, un operatore del lavoro che non solo deve avere capacità organizzative e padronanza di metodologie di pianificazione e controllo, ma anche esperienza e capacità nella gestione del gruppo coinvolto nel progetto.
Il Rappresentante degli Studenti in Consiglio di Facoltà con delega ai rapporti imprenditoriali Vittorio Piccolo, ha spiegato l’importanza di questa figura professionale in quanto la gestione è centrale in ogni tipo di attività. “Il Project Manager è addetto al controllo delle tempistiche del lavoro, alla motivazione del gruppo, è soggetto a rischio ed è quindi principale all’interno di un’azienda – ha continuato – per questo motivo il corso di laurea del prof. Guido Capaldo è innovativo ed utilissimo” ha concluso Piccolo.
Un’analisi accurata del concetto di gruppo, di selezione del Project Manager e le sue funzioni è stata poi affrontata dai tre relatori ospiti della giornata: la dottoressa Elisabetta Vernoni consulente di management e Vice Presidente dell’Associazione Professionale Italiana dei Consulenti di Direzione e Organizzazione (APCO); l’ing. Antonello Volpe Direttore PMI Southern Italy Charter; il prof. Nicola Mazzocca del Dipartimento di Informatica e Sistemistica della Federico II nonché ex assessore alla reicerca e innovazione per la Regione Campania e infine; l’ing. Antonio Savarese Project Manager dell’Enel. “All’interno di un team è importante comprendere che tutti possono avere idee migliori di altri a prescindere dalla gerarchia organizzativa” ha affermato la Vernoni.
Il prof. Mazzocca ha invece racchiuso il suo intervento nelle 7 C: “Competenza, contestualizzazione, crescita, coordinamento, copia, comunicazione e cordialità. Sono le sette c per il successo del gruppo”.
Martina Gaudino

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Notti prima degli esami: 6 in tutte le materie

Next Article

Ricercatori e studiosi in mobilità per il CNR

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.