Cuochi e specialisti dell’e-commerce: ecco i profili più richiesti dalle aziende a maggio e giugno

Le aziende, per la ripartenza dall’emergenza Coronavirus, si rivolgono alle Agenzie per il lavoro. In tutto sarebbero oltre 130mila i posti a disposizione.

Ci sono project manager dell’ICT, progettisti meccanici ed elettromeccanici, responsabili vendite, specialisti e-commerce e financial controller. E poi ancora specialisti on line, impiegati tecnici e del back office commerciale e logistico, addetti alle risorse umane, cuochi, figure tecniche elettromeccaniche e programmatori PLC. Sono questi i profili più ricercati dalle aziende italiane attraverso le agenzie per il lavoro per garantire una ripresa dopo il blocco derivante dall’emergenza Coronavirus.

A sostenerlo, come rivela oggi il Sole 24 Ore, è Assolavoro che cita una rilevazione effettuata da Assolavoro Datalab, l’Osservatorio dell’Associazione Nazionale delle Agenzie per il Lavoro, su dati interni al settore e su fonti terze qualificate (Excelsior, Linkedin, Trovit, Indeed), che ha voluto mettere in fila tutte le opportunità di occupazione tramite agenzie per il Lavoro, per il periodo che va da maggio a giugno 2021. In tutto sarebbero oltre 130mila i posti a disposizione con una diversificazione a seconda delle categorie, degli ambiti occupazionali e della tipologia di contratti che saranno utilizzati che saranno, per lo più, a tempo determinato.

Tra le 30 figure più richieste ci sono specialisti e project manager dell’ICT, progettisti meccanici ed elettromeccanici, responsabili vendite, specialisti e-commerce e financial controller. E poi specialisti on line, impiegati tecnici e del back office commerciale e logistico, addetti alle risorse umane, cuochi, figure tecniche elettromeccaniche e programmatori PLC.

Nel settore manifatturiero le richieste si concentrano su manutentori elettromeccanici e automazione, montatori, assemblatori, finitori e operatori robot di saldatura. Richiesti anche operai qualificati per controllo qualità e conduzione magazzino.

Total
1
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Chi è Gervasoni, il professore accusato di insulti e minacce al presidente Mattarella

Next Article

Un libro come compagno di viaggio sui trasporti pubblici di Roma

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.