Crotone, due tredicenni devastano l’istituto e scrivono frasi inneggianti la mafia

danni istituto

Due tredicenni sono stati denunciati dai carabinieri alla Procura per i minorenni di Catanzaro perche’ ritenuti responsabili di atti vandalici nell’istituto comprensivo di Roccabernarda, nel crotonese.

Nella notte tra il 6 e il 7 maggio i due avrebbero compiuto un raid nelle aule, provocando danneggiamenti, distruggendo registri e imbrattando i muri con scritte inneggianti alla mafia. Dopo l’accaduto nella scuola c’era stata anche una manifestazione di protesta.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Assunzioni? Solo nell'agricoltura

Next Article

OpenCity, l'Università delle Marche si aggiudica la competizione nazionale degli Android

Related Posts
Leggi di più

Seggi elettorali, Cittadinanzattiva: “L’88% ancora nelle aule. E la maggior parte dei comuni non vuole spostarli”. L’appello

Le amministrazioni che hanno deciso di continuare a votare nelle scuole lo fanno per diversi motivi. In primis, la mancanza di luoghi pubblici o privati aventi le caratteristiche richieste. Cioè: senza barriere architettoniche, con servizi igienici e spazi per alloggiare le forze dell'ordine e in prossimità dell’elettorato resident