Concorsone, ecco quando verranno pubblicati i bandi

Due domande in inglese, come voleva il ministro Giannini. Ma con l’opzione delle crocette e con un punteggio inferiore rispetto a quello degli altri quesiti in italiano (che saranno 6). Sembra essere arrivato il compromesso sul peso della Lingua Inglese nel nuovo concorsone che porterà all’assunzione di altri 93.712 docenti nella scuole italiane. A rivelarlo è il Corriere della Sera, in un articolo di questa mattina.

I bandi di concorso dovrebbero essere resi disponibili proprio oggi dal MIUR: 63.712 posti di cui 6.101 per il sostegno. Si cercano 6.933 maestre d’asilo, 17.297 maestre elementari, 15.641 prof delle medie, 17.232 prof delle superiori e 507 docenti di italiano come lingua straniera, oltre ai 6.101 insegnanti di sostegno. Le domande d’iscrizione online potranno essere inoltrate dagli aspiranti prof dal 29 febbraio. Non ci sono notizie certe per quanto riguarda le date delle prove scritte. Il ministro Giannini ha parlato di “marzo-aprile”, con l’orale spostato a luglio. “L’obiettivo è completare tutto per settembre: sarà un’altra estate di lavoro intenso”, assicura.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola, Università e Ricerca: la rassegna stampa di giovedì 18 febbraio

Next Article

Energia da fusione: verso il Giappone l’acceleratore made in Italy

Related Posts
Leggi di più

Seggi elettorali, Cittadinanzattiva: “L’88% ancora nelle aule. E la maggior parte dei comuni non vuole spostarli”. L’appello

Le amministrazioni che hanno deciso di continuare a votare nelle scuole lo fanno per diversi motivi. In primis, la mancanza di luoghi pubblici o privati aventi le caratteristiche richieste. Cioè: senza barriere architettoniche, con servizi igienici e spazi per alloggiare le forze dell'ordine e in prossimità dell’elettorato resident