Calcio: Europa da dimenticare, male le italiane

In Champions delude la Juve (1-1 col modesto Nordsjaelland) mentre il Milan perde a Malaga. In Europa League bene solo l’Inter. Pari per la Lazio, crollano Napoli e Udinese.

Che il calcio italiano fosse in crisi d’identità era risaputo. Tra polemiche, calcio scommesse e scandali di ogni genere il movimento ‘pallonaro’ attraversa un momento negativo che non riesce a scrollarsi di dosso.

Non va meglio sul rettangolo di gioco. Il campionato ha ormai perso l’appeal che aveva sino a qualche anno fa, i grandi campioni lasciano la serie A e il livello di competitività delle squadre cala sempre più bruscamente. Ne è una chiara dimostrazione l’ultima tornata di gare europee in cui le formazioni italiane sono uscite con le ossa rotte o quasi.

In Champions League passo falso della Juventus, dominatrice assoluta in campionato ma fermata sull’1-1 dai danesi del Nordsjaelland (in rete Vucinic). Per il Milan invece un’altra sconfitta in terra spagnola, un 1-0 che lo vede soccombere con il Malaga. Qualificazione non ancora compromessa ma percorso in salita per entrambe le formazioni nostrane.

In Europa League può sorridere soltanto l’Inter che, pur senza brillare, batte 1-0 il Partizan con gol-vittoria di Palacio. La Lazio getta i tre punti in casa del Panathinaikos, raggiunta sull’1-1 nel finale di gara dopo essere passata in vantaggio con un’autorete di Seitaridis. Il Napoli e l’Udinese vengono sconfitte per 3-1, rispettivamente da Dnipro e Young Boys (a segno per le italiane Cavani tra i partenopei e Coda per i friulani). C’è ancora tempo per recuperare e tornare in corsa ma dal prossimo turno non si può più sbagliare.

Andrea Palazzo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Un master per formare i nuovi manager

Next Article

Aziende in aula, il sud fa scuola

Related Posts
Leggi di più

Francia, suicida la star dei social MavaChou: travolta dagli insulti dei fan dopo la separazione dal marito

Maëva Frossard, 32 anni, si è tolta la vita lo scorso 22 dicembre. La procura di Epinal vuole capire se il suo gesto può essere stato una diretta conseguenza degli insulti ricevuti sui social network dove lei aveva costrutito un piccolo impero grazie ai video sulla vita di coppia e consigli per l'acquisto con l'ex marito. La situazione poi è precipitata dopo la loro separazione.
Leggi di più

Balli, tutorial e meme: ecco i nonni social che sbancano Tik Tok. “Cercati dalle aziende come i veri influencer”

Gli ospiti di una residenza per anziani di Carpi, in provincia di Modena, sono diventati star del popolare social network seguitissimo dai giovanissimi. I loro video raggiungono quasi 500mila persone e stanno spingendo le aziende specializzate nella vendita di prodotti per la terza età a contattarli per avviare delle sponsorizzazioni.