Brioche a forma di pistola, sospeso da scuola

Schermata 2013-03-15 a 17.45.02

Ha presentato formale ricorso contro una scuola del Maryland il padre di un bambino di 7 anni che e’ stato sospeso per aver giocato in classe con una brioche che aveva mordicchiato a forma di pistola. La presunta pistola “non poteva ferire nessuno nemmeno se lanciata”, ha protestato nell’appello William Welch, padre del bimbo.

Dopo la sospensione, avvenuta nel particolare clima che si e’ creato nelle scuole americane nelle settimane successiva alla strage di Newtown in cui 20 bambini e sei insegnanti sono rimasti uccisi, Welch aveva chiesto alle autorita’ scolastiche di non usare nella nota di sospensione – che rimarra’ nel fascicolo scolastico del figlio – parole come ‘pistola’ o ‘arma’.

Nonostante la preoccupazione paterna per le eventuali ripercussioni della nota sul futuro del figlio, le autorita’ scolastiche avevano rifutato la richiesta. L’uomo si e’ dunque rivolto ad un avvocato che in passato si era gia’ occupato della sospensione di altri tre bambini coinvolti in vicende molto simili. “Guardano i cartoni animati, sono bambini”, ha dichiarato un senatore della contea di Baltimora, dove nei giorni scorsi un legislatore ha presentato una proposta di legge per proibire le sospensioni dei minori che maneggiano oggetti che ricordano le armi.

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Numero chiuso a Cagliari, il Tar: concorso irregolare

Next Article

Spari all'esterno de "L'alibi", quattro arresti

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".