Borse di specializzazione: Presidenza del Consiglio dovrà risarcire i giovani medici

borse di specializzazione

Borse di specializzazione negate: la Presidenza del Consiglio costretta a risarcire i giovani medici. Un’altra sentenza vinta dai medici specializzandi seguiti da Consulcesi. Nei giorni scorsi, il Tribunale di Roma ha infatti condannato la presidenza del Consiglio a un risarcimento di 18 milioni per i medici che hanno aderito all’azione collettiva. Grazie a questi ultimi rimborsi – si legge in una nota dell’associazione – Consulcesi ha raggiunto la quota record di 345 milioni di risarcimenti riconosciuti.

“Una cifra enorme – commentano dall’associazione – che rappresenta sì un traguardo importante per Consulcesi, ma non quello definitivo. L’Associazione si prepara, infatti, a nuove iniziative per far valere i diritti negati ai camici bianchi”.

Per questo l’associazione mette a disposizione un pool di oltre 300 consulenti e la linea verde dedicata (800 122 777), “A disposizione gratuitamente di tutti quei medici che non hanno visto riconosciuti i loro diritti, sanciti dalle direttive europee, durante la frequentazione dei corsi di specializzazione post laurea – sottolinea Massimo Tortorella, presidente onorario di Consulcesi, che aggiunge – Invito anche tutti gli Omceo, gli enti e le associazioni che non hanno ancora convenzionato i propri iscritti a informarsi”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Università - Addio alla carta: ora gli esami si registrano sul tablet

Next Article

Iqbal Masih, storia di un eroe bambino

Related Posts
Leggi di più

Altro che tesoro! In Italia chi trova un amico… trova un lavoro

Secondo un'indagine Inapp-Plus negli ultimi dieci anni quasi un lavoratore su quattro ha trovato occupazione tramite amici, parenti o conoscenti. Solo il 9% grazie a contatti stabiliti nell'ambiente lavorativo. Un sistema che ha delle ripercussioni anche su stipendi e mansioni (al ribasso).
Leggi di più

Ingegneria industriale, Medicina e Farmacia: ecco la lauree che fanno guadagnare di più. Male Psicologia e Scienze della formazione

Secondo il 24esimo rapporto di AlmaLaurea ci sono sostanziali differenze nel livello degli stipendi tra laureati: soprattutto per chi ha scelto un percorso di studio in ambito ITC e nuove tecnologie la retribuzione sfiora i 1900 euro al mese mentre i laureati in ambito umanistico guadagnano in media 500 euro in meno.