Banca Intesa assume 450 diplomati e laureati

Gli sportelli di Intesa Sanpaolo hanno 450 posti liberi. Va avanti la campagna di inserimento giovani dell’istituto di credito, già avviata all’inizio del 2009, per coprire gli ultimi posti rimasti vacanti con assunzioni che proseguiranno anche nel corso del 2010.
Le posizioni sono riservate a laureati e diplomati, con contratto di apprendistato quadriennale o con contratti di inserimento della durata di un anno e mezzo. Il settore è quello commerciale e del rapporto con il pubblico, le sedi di lavoro riguardano tutte le filiali italiane, dal Lazio all’Umbria, dall’Abruzzo alla Campania (il gruppo ha tra le sue insegne anche il Banco di Napoli) per passare a tutte la altre regioni italiane.
Ma ecco, nel dettaglio, i requisiti indicati dal colosso bancario: i laureati devono possedere il titolo di primo o secondo livello in Economia, Giurisprudenza, Fisica, Agraria, Lingue e Letterature straniere, Matematica, Ingegneria, Sociologia, Scienze politiche, Scienze dell’educazione e della formazione, Scienze internazionali e diplomatiche, Scienze dell’informazione o Scienze statistiche. Per i diplomati le qualifiche necessarie sono quelle di perito agrario o aziendale, ragioneria, perito informatico, il diploma scientifico, classico, linguistico o socio-psico-pedagogico.
Per tutti, poi, è essenziale non avere più di 29 anni. Per partecipare alla selezione occorre compilare il format al sito www.bancaintesa.it, sezione “lavora con noi”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Nascita di XgLab, spin off del Politecnico di Milano

Next Article

Editoriale globale sul clima

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.