Angela Merkel alla studentessa palestinese: "Non potete venire tutti qui" e lei scoppia a piangere – Il Video

Sta facendo il giro del web, il video di Angela Merkel e della bambina palestinese scoppiata in lacrime alla risposta dura ma sincera della cancelliera tedesca.
In visita ad una scuola di Rostock, in Germania, la Merkel si è trovata a confronto con numerosi studenti, alcuni dei quali stranieri. Prende la parola una ragazzina palestinese, spiega quanto sia stato duro scappare dalla sua terra, dilaniata dai conflitti, e quanto grande sia la speranza di tutta la sua famiglia di iniziare una nuova vita in Germania (a quanto pare, il padre della ragazza avrebbe problemi a rinnovare il visto e rischia di essere espulso dal paese). “Vorrei frequentare l’università veramente come tutti – afferma la ragazza – È davvero un desiderio e un obiettivo che vorrei raggiungere ed è veramente molto spiacevole osservare come gli altri assaporano la vita e non poter fare altrettanto”.
La cancelliera risponde da vera donna di ferro, con pragmatismo e onestà: “Ci sono migliaia e migliaia di persone nei campi profughi del Libano; e se noi diciamo ‘ok, potete venire tutti’ e poi non siamo in grado di gestirlo, alcuni dovranno tornare indietro”.
A queste parole, la piccola scoppia in lacrime ed è proprio la cancelliera a provare a consolarla: “Hai fatto un buon lavoro – le sussurra avvicinandosi – “Voi state vivendo un periodo difficile e avete mostrato a molte altre persone come queste situazioni possono andare a finire”.
Qui sotto il video completo sottotitolato in italiano di Repubblica.it:

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ricerca, in arrivo il Pnr 2015-2020: sul tavolo 16,5 miliardi di euro

Next Article

Renzo Piano: come costruire il castello di sabbia perfetto in 4 mosse

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".