Zara Lavora con noi: posizioni aperte, come candidarsi

Vi piacerebbe lavorare nei negozi Zara? La nota catena di abbigliamento fast fashion è alla ricerca di addetti vendita, vetrinisti, visual merchandiser e responsabili per varie sedi in Italia.
Zara utilizza, come canale preferenziale di recruiting, la piattaforma web riservata alle carriere e selezioni, sulla quale vengono pubblicate le offerte di lavoro presso i negozi del marchio e in sede, ed è possibile rispondere online agli stessi ed inviare una candidatura spontanea. Per prendere visione delle ricerche di personale in corso occorre selezionare la voce JOB dal menù, visualizzare le offerte di impiego del Gruppo Inditex, ed effettuare la ricerca degli annunci attivi per marchio, località, area o parola chiave di interesse, utilizzando gli appositi filtri.
Gli interessati alle offerte di lavoro Zara e alle future assunzioni possono candidarsi visitando la pagina dedicata alle posizioni aperte Zara “Lavora con noi” del Gruppo, e registrando il curriculum vitae nell’apposito form.

Total
0
Shares
2 comments
Lascia un commento
Previous Article

Crisi di governo, Conte rassegna le dimissioni. Al via domani le consultazioni

Next Article

KIKO Lavora con noi: offerte di lavoro, come candidarsi

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.