Youth on the move is coming

Il 15 settembre 2010 la Commissione europea lancerà “Youth on the move” (“Giovani in movimento!”), una delle iniziative faro della strategia Europa 2020, volta a stimolare la crescita e l’impiego nell’UE.

Il 15 settembre 2010 la Commissione europea lancerà  Youth on the move (“Giovani in movimento!”), una delle iniziative faro della strategia Europa 2020, volta a stimolare la crescita e l’impiego nell’UE. Per l’occasione, il 17 settembre la Commissaria europea per l’Istruzione, la Cultura, il Multilinguismo e la Gioventù Androulla Vassilliou terrà un dibattito pubblico con possibilità di collegamento in web streaming nel corso del quale risponderà in diretta e via web alle domande di chi è interessato  all’iniziativa, e più in generale, alla politica europea in materia di educazione, formazione e mobilità.
Youth on the move mira ad aumentare l’efficienza delle istituzioni scolastiche secondarie e a migliorare la qualità di tutti i livelli di istruzione e formazione professionale nell’Unione Europea, promuovendo al contempo  la mobilità per l’apprendimento e le prospettive occupazionali  dei giovani europei.
Dal punto di vista formativo saranno promosse e sostenute azioni per contrastare l’abbandono scolastico, promuovere l’apprendimento professionale permanente, aumentare il livello di istruzione e adottare parametri più semplici e accessibili per la valutazione delle  Università.
Per stimolare i giovani europei a lavorare all’estero verrà creato  un nuovo schema per la mobilità dell’impiego nell’UE dal nome Il tuo primo lavoro EURES, mentre lo Strumento Europeo di Microfinanziamento sosterrà i  giovani che desiderano diventare imprenditori.
Per chi vorrebbe saperne di più sull’iniziativa, un sito apposito offrirà informazioni utili e facilmente accessibili sulla mobilità e sulle opportunità di apprendimento nell’UE. La Commissione proporrà inoltre una “tessera Youth on the move” per promuovere lo studio e il lavoro all’estero.
Come ha sottolineato la Commissaria per l’educazione e la cultura Androulla Vassilliou, l’iniziativa costituisce il giusto approccio per contribuire alla crescita sociale ed economica nel prossimo decennio.
Per avere più informazioni:
https://ec.europa.eu/italia/attualita/primo_piano/istruzione/dibattito_youth_on_the_move_it.htm
Per seguire il  dibattito e le prossime iniziative sul sito della commissaria Vassiliou:
https://ec.europa.eu/commission_2010-2014/vassiliou/events/debate_en.htm

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

ApertaMente: SMS e MMS sulla diversità

Next Article

Unifi, sarà il Tar a decidere sui test

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.