Wake Up Italia, 15 leader dell’economia per far ripartire l’Italia

Wake Up Italia è un ciclo di conferenze del Dipartimento di Scienze Economiche dell’Università di Verona. Con la collaborazione della Direzione Affari Generali, dell’Ufficio comunicazione e della Direzione Sistemi Informativi dell’Università di Verona.

La prima edizione di “Wake up Italia!”, la rassegna di video dialoghi con le eccellenze dell’economia italiana, promossa e organizzata dal dipartimento di Scienze economiche dell’Università di Verona, vedrà in coda un ulteriore appuntamento: il ministro per l’Innovazione e la transizione digitale Vittorio Colao sarà ospite dell’Ateneo scaligero martedì 15 giugno a partire dalle 9, sulla piattaforma Zoom.

Intervistato dall’organizzatore della kermesse, Sergio Noto, ricercatore di Storia Economica, Colao avrà il compito di chiudere il ciclo di incontri con i leader dell’economia e della società. Prima di lui toccherà il 10 giugno a Fabio Vaccarono, amministratore delegato di Google Italia.

Total
2
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Università, le linee guida per una mobilità sostenibile post pandemia

Next Article

Pugno in faccia per strada e senza un motivo: ritorna l'assurdo gioco del 'Knockout game'

Related Posts
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.