Video alle studentesse negli spogliatoi, condannati a pulire la scuola

video studentesse sexy

Sexy video studentesse – Studenti «guardoni» graziati, nessun 5 in condotta, che avrebbe voluto dire bocciatura. Tutti promossi i dieci ragazzi dell’Itas Galileo Galilei che a febbraio avevano realizzato dalla serratura di una porta della palestra, un video all’insaputa di alcune studentesse che si stavano cambiando per l’ora di educazione fisica e di averlo pubblicato su Facebook. Rimandati, due o tre, ma solo a causa dei voti di profitto riportati nelle singole materie.

«Abbiamo tenuto conto dell’episodio nella valutazione finale ma per nessuno dei ragazzi coinvolti ha inciso nell’esito dello scrutinio» spiega Floriano Tittarelli, dirigente scolastico dell’Itas Galileo Galilei. «Il voto in condotta e il profitto viaggiano su binari diversi -continua il dirigente – solo con il 5 in condotta si viene bocciati ma a nessuno dei ragazzi coinvolti è stato assegnato questo voto per quell’episodio. Alcuni sono stati promossi, altri rimandati a settembre perché hanno debiti in alcune materie. Nel corso dell’anno abbiamo valutato la responsabilità di ognuno, alcuni studenti sono stati sospesi ma la pena commutata in lavori utili alla scuola come la pulizia delle aule, mentre per altri si è optato sia per l’una che l’altra punizione».

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

SPECIALE RETTORI: Appena eletti, abbiamo raccolto in una intervista le loro sfide e propositi per il futuro

Next Article

"Bocciate mio figlio" - Ma la lettera è inventata

Related Posts
Leggi di più

Docenti poco rispettati dagli studenti? “È soprattutto colpa dei genitori”

Un sondaggio di Swg per la Gilda Insegnanti prova a capire la cause che hanno portato alla perdita di autorevolezza della figura dell'insegnante. Per la maggioranza degli intervistati la causa principale è lo screditamento della figura del prof messo in atto dai genitori degli studenti con continue interferenze nell'ambito didattico.