Università in pillole: le novità in legge di Bilancio

Fondo ordinario dell’università, Afam, sport, spese sanitarie studenti fuorisede, cervelli di rientro, residenze universitarie: quante sono e come sono state investite le risorse

Il rilancio dell‘Università è uno dei punti fondamentali contenuto nella quarta missione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) da 191,5 miliardi che l’Europa ha assegnato al nostro Paese per rilanciarlo dopo colpo subito dalla pandemia.

La legge di Bilancio 2022, approvata il 30 dicembre scorso, vede alcune novità e ulteriori fondi per il sistema di istruzione superiore che in questo senso vuole rifinanziare un sistema che in oltre dieci anni ha visto solo tagli delle proprie risorse da parte dei governi che si sono succeduti.

Corriereuniv.it ha diviso per voi tutte le novità che riguardano l’università contenute nella manovra per l’esercizio del nuovo anno.

Incremento Fondo ordinario dell’università

Il Fondo per il finanziamento ordinario delle università (Ffo) è incrementato, rispetto al 2021, di 252 milioni di euro nel 2022, di 515 milioni per il 2023 e di 765 milioni per il 2024, 815 milioni per il 2025 e 865 milioni annui a decorrere dal 2026.

Rispetto a queste risorse aggiuntive, si prevedeno diversi vincoli di destinazione: dal reclutamento del personale che rappresenta la fetta più consistente alla valorizzazione del personale tecnico-amministrativo, dall’integrazione dell’importo delle borse di dottorato al cofinanziamento per le chiamate dirette, all’incremento del finanziamento delle Scuole superiori a ordinamento speciale.

Incremento Fondo AFAM

Aumenta da 15 milioni a 19,5 milioni di euro annui, il fondo per inserire nelle istituzioni statali di alta formazione artistica, musicale e coreutica, le posizioni di accompagnatore al pianoforte e al clavicembalo e di tecnico di laboratorio.

Dal 2022 sono previsti 8,5 milioni di euro annui per le istituzioni AFAM, nell’ambito della didattica, ricerca e terza missione.

Ricerca in pillole: le novità in legge di Bilancio.
Dalla soppressione dell’Agenzia nazionale ricerca al fondo per contrastare la “Xylella fastidiosa”

Sport e impianti

Incremento del sostegno le attività sportive universitarie e la gestione delle strutture e degli impianti per la pratica dello sport nelle università: 2 milioni di euro nel 2022 e 3 milioni nel 2023

Spese sanitarie studenti fuorisede

2 milioni di euro nel 2022 per il sostegno agli studenti fuori sede residenti in regione diversa da quella in cui è situata la sede universitaria alla quale sono iscritti e con Isee non superiore a 20.000 euro attraverso un contributo alle spese sanitarie.

Incremento del fondo per il finanziamento ordinario delle università (FFO), di cui all’art. 5, comma 1, lettera a) della legge n. 537/1993.


Approvata la Legge di bilancio: organico per l’emergenza e riduzione classi. Le principali misure per la scuola. La Camera dei deputati ha approvato oggi, in via definitiva, la Legge di bilancio che, per il 2022, prevede uno stanziamento di oltre 900 milioni per il settore dell’Istruzione. 

Residenze universitarie

Incremento stanziamento di spesa destinato alle residenze universitarie statali e ai collegi di merito accreditati di cui al decreto legislativo n.68/2012. Previsti 2 milioni di euro nel 2022 e altri 2 nel 2023.

Nel Pnrr sono previsti 950 milioni per 100mila nuovi alloggi universitari in più (oggi sono 36.500), a fronte di oltre 764 mila studenti fuorisede.

“Cervelli in rientro” nell’università

Per sostenere i cervelli rientrati in Italia: stanziamento annuo di 1,5 milioni per il 2022, 2023 e 2024 con agevolazioni fiscali, a favore dell’Agenzia Erasmus Indire e l’assegnazione all’Associazione UNI-Italia (per promuovere insieme al Maeci l’internazionalizzazione del sistema universitario italiano) di 2 milioni di euro annui per il 2022 e 2023 e 1 milione di euro per il 2024.

Leggi anche:

Total
2
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Gli esami non finiscono mai: 25 vip dovranno ripetere quello di quinta elementare (ma solo in tv)

Next Article

Rete WindTre va down in tutta Italia: problemi di connessione ad Internet per milioni di utenti (che si scatenano su Twitter)

Related Posts