Una laurea per fermare la tortura

L’Associazione dei Cristiani per l’Abolizione della Tortura offre un premio di laurea da assegnarsi alle tesi sul tema

In occasione del 60° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, celebrato il 10 dicembre 2008, l’ACAT (Associazione dei Cristiani per l’Abolizione della Tortura) Italia ha istituito un premio di laurea da assegnarsi alle tesi discusse negli anni accademici 2008-09 e 2009-2010 sul tema: “La tortura e i trattamenti crudeli, inumani o degradanti contro le persone nel mondo contemporaneo: cause, implicazioni, strategie e strumenti per la loro prevenzione e abolizione e per la riabilitazione delle vittime”.
I premi saranno assegnati alle migliori tesi discusse nel corso dell’anno accademico 2008-2009, e 2009-2010 presso università italiane, statali e non statali, e università pontificie presenti sul territorio nazionale che rilascino titoli di laurea aventi valore legale o riconosciuti in Italia.
Il premio ha una dotazione di 7.000 Euro, così suddivisi:
3.500 Euro per la migliore tesi discussa nell’anno accademico 2008-09;
3.500 Euro per la migliore tesi discussa nell’anno accademico 2009-10.
I premi verranno assegnati rispettivamente entro giugno 2010 e giugno 2011, nel corso di una cerimonia pubblica.
Il premio è stato finanziato dalla Chiesa Valdese Italiana nell’ambito delle risorse dell’OTTO PER MILLE e gode inoltre del supporto dei seguenti Enti Sostenitori:
–   Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace (Roma)
–   Facoltà Valdese di Teologia (Roma)
–   Medici contro la tortura – Onlus (Roma)
–   FIACAT – Federazione Internazionale delle ACAT (Parigi).
Gli interessati potranno richiedere alla ACAT Italia di usufruire del materiale documentario a disposizione dell’Associazione, nonché delle biblioteche degli Enti Sostenitori suddetti, che hanno garantito il loro pieno impegno in merito.  La richiesta dovrà essere accompagnata da una lettera di presentazione del relatore della tesi.
Per concorrere all’assegnazione dei premi è necessario inviare ad “ACAT Italia, Premio di Laurea,Via della Traspontina , 15 – 00193 Roma”, entro e non oltre il 30 aprile 2010 (per il premio relativo all’anno accademico 2008-09) o il 30 aprile 2011 (per premio relativo all’anno accademico 2009-10) la seguente documentazione:
–  2 copie cartacee e 1 copia su supporto informatico della tesi,
–  una sintesi della tesi non più lunga di 2 (due) cartelle
–  copia certificato di Laurea,
–  una lettera di accompagnamento del relatore della tesi.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Italiani, popolo di Facebook

Next Article

Premi di laurea per tesi sull'Africa

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.