UFFICIALE – Medicina, il Tar del Lazio ammette 700 studenti in sovrannumero

Ammessi definitivamente all’Università, ma senza risarcimento danni. Il Tar del Lazio ha confermato l’iscrizione ai corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia e in Odontoriatria e Protesi dentaria a Bari.
I fatti risalgono all’aprile 2014, quando gli studenti esclusi al test d’accesso presentarono ricorso collettivo e furono ammessi in sovrannumero rispetto al contingente programmato per l’anno accademico 2014-15.
Gli studenti avevano deciso di intraprendere le vie legali in seguito all’episodio, mai chiarito del tutto, del plico sparito il giorno della prova, con all’interno il pre-stampato per sostenere il quiz.
“Dopo un’attesa che sembrava infinita, possiamo finalmente annunciare l’uscita della sentenza del Maxi Ricorso UDU Bari 2 nella quale il TAR del Lazio ammette l’iscrizione in via definitiva dei ricorrenti ad esso aderenti” – hanno commentato gli studenti dell’UDU, protagonisti nella campagna.
La sentenza del Tar del Lazio si basa sulla violazione dei principi dell’anonimato e della segretezza delle prove concorsuali. Sul piano giudiziario, invece, non si registrano novità sulla vicenda del plico scomparso.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di venerdì 31 luglio

Next Article

Scuola - Il Consiglio di Stato ammette i diplomati al piano di assunzioni straordinario

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale