Udu: "Il Governo ci esclude dalla riforma"

udu.pngNon ci stanno ad essere relegati a semplici spettatori. Gli studenti vogliono essere protagonisti attivi del momento di riforma che sta investendo l’università. Per questo denunciano di essere esclusi dal Governo durante i momenti salienti di questo processo.
“Il seminario sulla governance degli atenei in corso al Miur e il Disegno di Legge del Senatore Valditara – fanno sapere in una nota di ieri gli studenti dell’Unione degli universitari – sanciscono definitivamente quale deve essere secondo questo Governo il ruolo degli studenti all’interno dell’università italiana: nessuno”.
E proseguono: “Da una parte il DDL Valditara interviene riducendo ulteriormente la presenza degli studenti all’interno degli organi collegiali, già ora irrisoria. Dall’altra parte il Governo dimostra, a partire dall’iter seguito durante l’approvazione della L. 133/08, di non volere avere alcun confronto con gli studenti”. L’Udu non ha mandato giù la presenza di un unico rappresentante della categoria durante l’incontro di oggi sulla governance. “Nonostante i proclami contenuti all’interno delle linee guida del Ministro Gelmini inneggino alla centralità dello studente – va avanti la nota -[…] il seminario di quest’oggi conferma questa tendenza prevedendo l’intervento di un solo studente a fronte di una massiccia presenza dei rettori. Per non parlare del fatto che nei documenti distribuiti ci si concentra sul problema della mobilità della docenza, senza alcun riferimento alle immense difficoltà che gli studenti incontrano nel trasferirsi da un ateneo all’altro, non vedendosi spesso riconosciuti i crediti acquisiti”.
Infine gli studenti dell’Udu denunciano il “contesto di fortissimi tagli all’università” in cui sta avvenendo la riforma.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Lezioni Magistrali al Suor Orsola

Next Article

Reclutamento atenei, concorsi addio

Related Posts
Leggi di più

Occupazioni e cortei per ricordare Lorenzo: il 28 gennaio manifestazione a Roma contro l’alternanza scuola-lavoro

Studenti di nuovo in piazza per protestare contro i progetti PCTO che a Udine sono costati la vita a Lorenzo Parrelli, morto a 18 anni al suo ultimo giorno di stage in un'azienda di Udine. Venerdì prossimo ci sarà una manifestazione nazionale a Roma mentre a Bologna oggi è stato occupato un liceo scientifico: "Vendetta per Lorenzo".
Leggi di più

Studente muore schiacciato da una trave d’acciaio: era all’ultimo giorno di stage gratuito in azienda

Lorenzo Parelli aveva 18 anni e ieri stava per completare il tirocinio in un'azienda meccanica della provincia di Udine dove viveva. La Procura adesso ha aperto un'inchiesta per ricostruire l'esatta dinamica dei fatti. La Rete degli studenti medi attacca: "Non si può morire mentre si sta facendo quella che dovrebbe essere un'attività didattica"