Tor Vergata: nasce Covision il laboratorio per l’impresa responsabile

Dar vita ad attività di ricerca e formazione sulle tematiche della sostenibilità e responsabilità sociale. Nasce da questa idea Covision, un laboratorio per l’impresa responsabile, promosso dall’Osservatorio Socialis e dall’Università di Roma di Tor Vergata.

Dar vita ad attività di ricerca e formazione sulle tematiche della sostenibilità e responsabilità sociale. Nasce da questa idea Covision, un laboratorio per l’impresa responsabile, promosso dall’Osservatorio Socialis e dall’Università di Roma di Tor Vergata. La finalità è di organizzare incontri e promuovere occasioni di studio e formazione su un fenomeno statisticamente in crescita negli ultimi anni anche in Italia.

«Il Laboratorio avviato presso la nostra università è un punto d’arrivo dell’attività di ricerca, formazione e didattica svolta negli ultimi otto anni da un gruppo di docenti e ricercatori del Dipartimento Studi sull’impresa della Facoltà di Economia. Obiettivo principale di Covision è lo svolgimento di attività di ricerca, formazione universitaria e postuniversitaria nonchè divulgazione della cultura della sostenibilità e della responsabilità nelle attività economiche, in collegamento con partners esterni, il primo dei quali è l’Osservatorio Socialis», ha dichiarato Marco Meneguzzo, professore ordinario in economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche presso la Facoltà di Economia di Tor Vergata.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ricercatori fantasma, vincitori senza assunzione

Next Article

Pasqua, gli italiani scelgono gli eremi

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".