“Studenti cerebrolesi”: l’insulto apparso sul profilo Facebook di una docente

alessandra szego studenti cerebrolesi

L’insulto della docente: studenti cerebrolesi – “Trasferitevi in Calabria. Avrete un futuro scintillante di consigliori della ‘ndrina. Perché qui non c’è più posto per voi, cerebrolesi”. Questo il post apparso sulla bacheca del profilo Facebook di Alessandra Szego, docente di Diritto penale avanzato e Criminologia nella facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bergamo. La scritta è apparsa il 4 gennaio ed è rimasta visibile sul profilo social dell’insegnante fino a quando alcuni studenti, offesi per un simile commento, hanno avvertito la Preside di Facoltà, Barbara Pezzini. A quel punto il post è misteriosamente scomparso dalla bacheca della Professoressa Szego che però, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, si è dichiarata estranea ai fatti: “Quelle parole non le ho pubblicate io e non le ho nemmeno cancellate – dice Szego – Quel post non l’ho mai visto”.

La Preside della Facoltà, Barbara Pezzini, ha annunciato che cercherà di fare chiarezza sull’accaduto: “Mi serve tempo per dare risposte a questa vicenda. L’episodio in sé, così come me l’hanno raccontato gli studenti, presenta indubbi profili di allarme, ma prima di tirare conclusioni affrettate bisogna contestualizzarlo. È doveroso muoversi con una certa attenzione, con questa docente non avevamo mai avuto problemi”.

Oltre al post, gli studenti, infatti, avrebbero denunciato un clima particolarmente pesante alle lezioni tenute dalla Professoressa Szego che avrebbe persino insultato i ragazzi più molesti. Al vaglio della Preside di Facoltà ci sarebbero anche alcune email inviate dalla docente che gli alunni avrebbero ritenute offensive.

La Professoressa Szego, che non ha voluto sporgere denuncia contro gli studenti che avrebbero violato il suo profilo Facebook pr postare il commento denigratorio, si difende: “credo l’abbiano messo gli studenti che sono risultati insufficienti all’ultimo compito scritto, per una ritorsione nei miei confronti. Può darsi che i giovani abbiano preso un file caricato da me sul web mesi fa, quello del Sergente Hartman e, violando la mia password di Facebook, abbiano scritto una frase sopra quel video che mi fa tanto ridere”.

Qui sotto il post che ha scatenato la polemica

studenti cerebrolesi insulti studenti
Il Post sul profilo di Alessandra Szego. Fonte www.bergamo.corriere.it

 

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

A Napoli allenamento al San Paolo. Tantissimi studenti saltano le lezioni: "La scuola non è un obbligo"

Next Article

Studente morto a Lecce. Le associazioni: "Più sicurezza nelle nostre scuole"

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".