Stage presso Sky

Neolaureti per uno stage iniziale di tre mese, finalità assunzione presso Sky, pay tv italiana. Titolo di studio richiesto: laurea in ingegneriao economia.

Nell’ambito del progetto SKY New Generation HD ricerca per la sede di Milano, l’azienda pay tv Sky è alla ricerca di neolaureati per un periodo inziale di tre mesi di stage,  all’interno di una delle Direzione SKY (da definire a seconda del profilo del candidato) finalizzato ad un contratto di assunzione.

Requisiti richiesti
:
• Età massima 28 anni
• Laurea in Economia o Ingegneria conseguita con il massimo dei voti
• Fluente conoscenza della lingua inglese parlata e scritta (esperienze di studio/lavoro in contesti internazionali costituiscono requisito preferenziale)
• Buona conoscenza del pacchetto office
• Passione per l’eccellenza, flessibilità, proattività, attitudine a lavorare per obiettivi
• Propensione al teamwork
• Disponibilità immediata
Gli interessati possono inviare la propria candidatura in formato .doc o .pdf, munita di autorizzazione al trattamento dei dati personali e di un recapito telefonico, all’indirizzo di posta elettronica [email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Posizione aperte a Sky

Next Article

Primi test per Scienze Politiche

Related Posts
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.