Siena Nanotech: nasce il nuovo polo di ricerca

nanotecnologie.jpgQuando le eccellenze collaborano nascono progetti altamente strutturati. Così grazie all’accordo tra la Fondazione Monte dei Paschi di Siena e la Scuola Normale Superiore di Pisa avrà vita Siena Nanotech, un nuovo polo di ricerca presente nel panorama toscano.
La società per azioni opererà nel campo delle nanotecnologie e si occuperà dello sviluppo dei risultati scientifici ottenuti dal Laboratorio NEST, il centro di nanotecnologia della Normale di Pisa, guidato da Fabio Beltram. Al laboratorio spetterà mettere le conoscenze frutto della ricerca di base fatta a Pisa, mentre la fondazione Mps scommetterà sul progetto sponsorizzando una somma di 10 milioni in tre anni.
“Puntiamo sulle nanotecnologie nei sistemi completi – ha sottolineato Beltran – dove è possibile realizzare il massimo valore aggiunto”. La Scuola Normale infatti metterà a disposizione di Siena Nanotech risorse umane per l’attività di ricerca, attraverso specifici contratti di collaborazione con i ricercatori.
La collaborazione scaturisce anche dalla volontà della Fondazione Mps di investire in settori non strettamente collegati alla propria realtà aziendale, tra i quali lo sviluppo economico del territorio, attraverso processi di trasferimento di innovazione tecnologica dalla ricerca all’impresa.
“Si tratta di un importante accordo – ha dichiarato il presidente della Fondazione Mps, Gabriello Mancini – che rientra pienamente nei nostri obiettivi strategici che puntano a diversificare i nostri investimenti, sostenere lo sviluppo del territorio, favorire la ricerca scientifica e l’innovazione”.
La nuova società avrà una struttura molto snella e capacità di operare contemporaneamente su più settori di applicazione, procedendo a sviluppare in proprio il singolo prodotto/progetto, seguendolo direttamente dalla fase di prototipazione a quella di commercializzazione del prodotto finito.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Regione Lazio, 108 mln alla Ricerca

Next Article

Catanzaro, sequestrate 48 lauree

Related Posts
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.