Siena, precari chiedono dimissioni Focardi

Siena non riesce a riprendersi dal collasso finanziario. E soprattutto a trovare la via per farlo. Il Ministero ha proposto un gruppo di lavoro ad hoc per affrontare la situazione. Viale Trastevere ha sottolineato l’esigenza di costituire un team composto anche da rappresentanti dell’ispettorato generale di Finanza per un’accurata analisi della situazione. E in base ai risultati del lavoro della squadra il Ministero dell’Economia deciderò il da farsi.
Intanto nell’ateneo senese le manifestazioni continuano. All’assemblea nel cortile del rettorato di ieri, oggi seguirà un presidio durante la seduta del consiglio di amministrazione. Si attendono anche contestazioni al nuovo membro del consiglio nominato dal ministero, David Cantagalli.
Gli studenti quindi stanno dando vita ad una mobilitazione parallela a quella istituzionale per proporre possibili soluzioni. E soprattutto per contestare quelle che non ritengono idonee. Come la probabile, stando a quanto dicono, nomina del nuovo direttore amministrativo che potrebbe essere Rita Santarelli, già vicepresidente della Luiss. “Con questa nomina – spiegano – è manifesta la chiara volontà di fare dell’Università di Siena la prima a sperimentare le conseguenze di tagli e privatizzazioni previste dalla legge 133”.
In questo clima i lavoratori precari dell’ateneo chiedono le dimissioni del rettore Silvano Focardi e del Cda, e annunciano il blocco di ogni attività a partire da lunedì.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Profili tecnico-scientifici: introvabili

Next Article

Convegno Internazionale: "Napoli, culla delle culture"

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.
Leggi di più

Un fondo per le iniziative degli atenei sulla legalità: “I giovani non sanno chi erano Falcone e Borsellino”

Presentato al Senato il fondo di 1 milione di euro a disposizione delle università italiane per diffondere le cultura delle legalità con seminari ed incontri. La ministra Maria Cristina Messa: "In questo modo rendiamo organiche iniziative che fino ad oggi erano state solo sporadiche e lasciate alla volontà di ogni singolo ateneo".