Si presenta all’esame in short: studentessa costretta a coprirsi le gambe con una tenda. “Mi hanno umiliata”

E’ successo in un’università in India durante gli esami di ammissione in Agronomia. La ragazza, 19 anni, ha raccontato tutto ai giornali locali denunciando il trattamento ricevuto dai docenti.

Una studentessa nello Stato indiano di Assam, in India, che si era presentata in short a un esame universitario è stata richiamata dai suoi esaminatori e costretta a coprirsi le gambe: lo riporta il quotidiano Indian Express.

È quanto è accaduto a Jublee Tamuli, 19 anni, che era arrivata a Tezpur – la città dove si svolgevano gli esami di ammissione alla facoltà di Agronomia dell’Istituto Girijananda Chowdhury di Scienze farmaceutiche – dopo un viaggio di 70 km in compagnia del padre.

Il genitore, viste le obiezioni degli esaminatori, era corso al mercato ad acquistare un paio di pantaloni lunghi, ma la ragazza aveva deciso di risolvere il problema coprendosi con una tenda,
trovata nella scuola.

È stata l’esperienza più umiliante della mia vita“, ha detto ai giornalisti. “Da quando indossare pantaloncini è un crimine? Tutte noi ragazze li portiamo. Se questo look non è gradito avrebbero dovuto ricordarlo nelle linee guida per i test. Non hanno controllato che indossassimo le mascherine anti-Covid e non ci hanno misurato la temperatura, ma si sono scandalizzati per le mie gambe scoperte“.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Allarme bullismo nelle scuole francesi: su TikTok è partita l'assurda caccia ai ragazzi nati nel 2010

Next Article

Ocse, in Italia parità retributiva di genere lontana

Related Posts