Servizio Civile Nazionale: opportunità per 30 mila giovani

Un anno di servizio civile in Italia e all’estero per quasi 30 mila giovani italiani. Pubblicato il bando per la selezione di 29.972 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale in Italia e all’estero.
In anticipo rispetto ai precedenti anni, quando il bando veniva pubblicato all’inizio di Settembre, il Servizio Civile Nazionale ha reso pubblico l’elenco di progetti destinati a giovani tra i 18 e i 28 anni che si vogliano impegnare un anno nella condivisione e nella difesa dei principi di coesione sociale del nostro paese.
Un totale di 29.972 posti a disposizione, di cui 18.793 assegnati tramite bando nazionale, mentre i restanti saranno gestiti direttamente dalle singole Regioni.
Requisiti essenziali per partecipare sono: essere maggiorenni ma non aver superato il 28esimo anno d’età, possedere la cittadinanza di uno dei paesi dell’Unione europea, oppure familiari dei cittadini dell’Unione europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, oppure titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, oppure titolari di permesso di soggiorno per asilo, oppure titolari di permesso per protezione sussidiaria; non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.
Non possono partecipare coloro cheabbiano già svolto il Servizio Civile o i giovani che abbiano partecipato al bando speciale di Servizio Civile Nazionale Expo 2015.
I volontari resteranno in servizio per 12 mesi e percepiranno un’indennità mensile pari a 433,80 euro. Coloro che sceglieranno di svolgere il proprio anno di Servizio Civile all’estero riceveranno oltre l’indennità mensile un contributo giornaliero di 15 euro e un altro di massimo 20 euro destinato all’alloggio. Anche le spese di spostamento nel caso di Servizio Civile all’estero sono a carico dell’associazione promotrice del progetto.
La scadenza per fare domanda è fissata alle ore 14.00 del 16 Aprile 2015. Tutte le informazioni e i bandi dettagliati li potete trovare sul sito del Servizio Civile Nazionale.
Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Studente si finge parente di Corrado Passera per passare il test

Next Article

Sondaggio: "Medicina: è giusto abolire le domande di cultura generale?"

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.