Seconda prova…scuola per scuola

Greco al liceo classico; matematica al liceo scientifico; lingua straniera al liceo linguistico, (il candidato può scegliere la lingua in cui svolgere la traccia proposta); pedagogia al liceo pedagogico; figura disegnata al liceo artistico:

Greco al liceo classico;  matematica al liceo scientifico; lingua straniera al liceo linguistico, (il candidato può scegliere la lingua in cui svolgere la traccia proposta); pedagogia al liceo pedagogico; figura disegnata al liceo artistico: sono queste alcune delle materie scelte per la seconda prova scritta degli esami di Stato 2010. E con un video su Youtube il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gemini,  le ha elencate tutte.
Per gli istituti tecnici e professionali sono state scelte materie che, oltre a caratterizzare i diversi indirizzi di studio, hanno una dimensione tecnico-pratico-laboratoriale. Per questa ragione la seconda prova potrà essere svolta, come per il passato, in forma scritta o grafica o scritto-grafica o scritto-pratica, utilizzando anche i laboratori dell’istituto.
Le materie scelte per alcuni indirizzi tecnici sono: economia aziendale per gli istituti tecnici commerciali (ragionieri); estimo per gli istituti tecnici per geometri; lingua straniera per gli istituti tecnici per il turismo; economia e gestione delle aziende ristorative per gli istituti professionali per i servizi alberghieri e della ristorazione; tecnica amministrativa per gli istituti professionali per i servizi sociali.
Per il settore artistico (licei e istituti d’arte) la materia di seconda prova ha carattere progettuale e laboratoriale (architettura, ceramica, mosaico, marmo, oreficeria ecc.) e si svolge in tre giorni. Il decreto individua, inoltre, le materie affidate ai membri esterni. Quest’anno, per la prima volta, è stata affidata al commissario esterno la lingua straniera nei licei scientifici.
In pratica, chi ha studiato cinque anni greco deve (dovrebbe) dimostrare di saper tradurre 15-20 righe di un Tucidide o un Plutarco (uscito nel 2007). Chi ha studiato elettronica o informatica, dovrà pur avere una certa dimestichezza con la “sua” specializzazione.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

+500 per Super Flash

Next Article

Non solo scuola: la tv che orienta

Related Posts
Leggi di più

Regalo di Natale al ministro Valditara: 500mila euro in più per il suo staff grazie ai tagli alla didattica

Un emendamento presentato dall'ex sottosegretario Rossano Sasso stanzia ulteriori 480mila euro per consulenti e collaboratori del Ministero dell'Istruzione. Soldi che verranno prelevati dal fondo per la didattica previsto dalla legge sulla Buona Scuola del 2015. Le opposizioni gridano allo scandalo ma da Viale Trastevere provano a gettare acqua sul fuoco: "Spese in linea con gli anni precedenti".