Scuola, Università e Ricerca: la rassegna stampa di lunedì 1 febbraio

Scuola, Università e Ricerca: ecco gli articoli selezionati questa mattina dalla redazione del Corriere dell’Università.
ERASMUS, ENORME OCCASIONE DI CRESCITA – Sul Mattino di Napoli una riflessione di Alessandra Graziottin sul programma di mobilità europeo in cui gli studenti italiani si sono dimostrati protagonisti.
GENERAL ELECTRIC PUNTA SU FIRENZE – Su La Stampa il racconto delle nuove prospettive italiane della GE: il colosso americano starebbe per investire su Firenze, con un polo da più di 500 posti.
SCUOLA CAPOVOLTA: LEZIONI A CASA, COMPITI IN AULA – In Francia è partita la nuova sperimentazione scolastica, che sta avendo parecchio successo. Sono già migliaia gli studenti iscritti. E le maestre sono più efficienti. Il racconto su Il Messaggero.
REDDITO MINIMO DA 320 EURO AL MESE PER UN MILIONE DI POVERI – Su Repubblica l’intervista al ministro del Lavoro Giuliano Poletti. Reddito minimo, ci siamo? Sembra di sì.
L’APPELLO DEGLI STUDENTI: “NON TAGLIATE LE DATE D’ESAME” – Il Giorno di Milano ospita una lettera aperta degli studenti della Statale: “No al taglio degli appelli
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Virus Zika, il commento dell'esperta a CorriereUniv: "Niente allarmismi"

Next Article

La rassegna stampa di martedì 02 febbraio

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).