Scuola: docenti di religione più qualificati

Siglato l’accordo CEI (Conferenza Episcopale) Miur per un’ora di religione migliore e con docenti sempre più qualificati attraverso l’aggiornamento delle indicazioni per l’insegnamento nel II ciclo e che entrerà in vigore dal 1 settembre 2017. Baccalaureato, licenza o dottorato in teologia diventano titoli obbligatori insieme alla laurea magistrale in scienze religiose.

Resterà attiva la possibilità di comprovare tale preparazione con il percorso di studi svolto nel seminario maggiore. Il presidente Cei, cardinale Angelo Bagnasco ha spiegato: “andranno a migliorare l’intesa dell’84 all’interno del processo di Bologna relativa all’omologazione dell’istruzione ai parametri europei. Sarà un vantaggio per tutti e darà una qualificazione ulteriore per l’educazione alla cultura“.

Il processo di Bologna – ha dichiarato Profumo ha avviato una moneta unica dell’educazione che ha dimostrato come l’Unione Europea può veramente diventare elemento di grande riferimento per il mondo intero. In fondo il processo dell’euro, non ancora completamente compiuto, ha avuto la mancanza di quegli elementi essenziali che sono stati all’interno della formazione“.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

I ragazzi del Conservatorio si esibiscono nel Pop, il 5 luglio a Palazzo Lombardia

Next Article

Polimi, master in Art Direction & Copywriting

Related Posts
Leggi di più

Concorso scuola, docenti chiedono di riaprire le domande

Iscrizioni sono state chiuse il 31 luglio 2020. Altri candidati hanno acquisito il requisito di partecipazione, altri chiedono di modificare la regione dato che la scelta era stata avanzata sulla base di una eventuale prova preselettiva adesso eliminata
Leggi di più

Scuola, l’organico Covid prorogato fino a giugno

Soddisfatti i rappresentanti dei lavoratori e i dirigenti scolastici. Il personale inserito tra settembre e inizio ottobre nelle classi per dare un aiuto concreto ai docenti curriculari, potrà continuare a lavorare fino alla fine dell’anno