Sanità: assunzioni e nuovi concorsi con Patto Salute

In arrivo migliaia di posti di lavoro nel settore sanitario in Italia. Il Governo italiano ha in programma ingenti investimenti grazie ad un nuovo Patto sulla Salute che consentirà un notevole incremento del personale che lavora nella Sanità entro il 2023. L’iniziativa prevede l’apertura di nuovi concorsi.Ecco tutte le informazioni e cosa sapere sulle assunzioni nella Sanità previste e sui nuovi bandi.
A dare la notizia è il quotidiano Il Messaggero, attraverso un recente articolo che riporta quanto dichiarato dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, nel corso di una conferenza stampa tenutasi per la presentazione degli obiettivi raggiunti e dei provvedimenti finora approvati in ambito sanitario a 100 giorni dall’insediamento del nuovo Governo. Tra le iniziative adottate fino ad oggi si è provveduto ad incrementare i fondi disponibili per il comparto, ad abolire il superticket, a stabilizzare oltre 30 mila precari tra medici, infermieri e ricercatori, e ad innalzare il tetto di spesa per le assunzioni.

Ma in programma c’è l’attuazione di un vero e proprio Patto per la Salute che, da qui al 2023, possa raggiungere ed eventualmente superare i 10 miliardi di investimenti nella Sanità, per migliorare la tutela della salute e le prestazioni ai cittadini, e portare avanti la lotta a tutti i tipi di diseguaglianze. Si tratta di un piano ambizioso, che dovrebbe partire già dal prossimo anno. Con la Legge di Bilancio 2020, infatti, saranno stanziati 2 miliardi di euro in più sul Fondo sanitario.

Nel frattempo, grazie all’aumento dei fondi disponibili per il reclutamento di personale sanitario si stima che dal 2020 saranno assunte nuove risorse. Si provvederà a bandire diversi concorsi per la copertura di posti di lavoro nella Sanità e a scorrere le graduatorie determinate al termine delle procedure concorsuali. I nuovi inserimenti riguarderanno, in particolare, medici e infermieri, ma è facile immaginare che grazie ai nuovi investimenti programmati non mancheranno i bandi per assumere anche altre figure.

Gli interessati alle future assunzioni nella Sanità e alle opportunità di lavoro per infermieri, medici e personale sanitario devono attendere la pubblicazione dei bandi ufficiali di selezione, in cui saranno indicati i profili richiesti, i requisiti necessari e tempi e modalità per presentare le domande di partecipazione. Gli avvisi relativi alle procedure concorsuali saranno pubblicati, almeno per estratto, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, IV Serie Speciale – Concorsi ed Esami.

Vi ricordiamo che, attraverso questa pagina, è possibile conoscere i nuovi bandi pubblici attivi al momento. Continuate a seguirci per restare informati sui prossimi concorsi nella Sanità che saranno banditi.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Johnson & Johnson Lavora con noi, come candidarsi

Next Article

Sole 271 giorni senza macchie: non accadeva dal 1913

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.