Sabato 9. Confronto con il Ministro Carrozza sul tema scuola digitale

scuola digitale
La rivoluzione digitale è già realtà in alcune scuole italiane

Scuola digitale – Il futuro della scuola italiana sarà il digitale: sia per i libri di testo, destinati a diventare ebook, che per i supporti didattici. Addio alle vecchie lavagne in ardesia e ai registri di classe tradizionali.

Per discutere delle potenzialità di queste innovazioni, il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Maria Chiara Carrozza interverrà al convegno “Uno, nessuno, centomila. Libri di testo e risorse digitali per la scuola italiana in Europa” che si terrà a Pisa, sabato 9 novembre.

A pochi giorni dall’approvazione alla Camera del Decreto “L’istruzione riparte”, che introduce proprio le novità digitali nel mondo della scuola, ecco un appuntamento per fare luce su una situazione che ancora in pochi conoscono fino in fondo.

L’appuntamento di sabato, organizzato dal Miur e dalla Scuola Normale Superiore, punta a coinvolgere gli attori principali e gli esperti del settore per elaborare le strategie future di un passaggio fondamentale e mettere a confronto le tante esperienze in corso, non solo in Italia.

Il confronto comincerà alle ore 9 e durerà tutta la giornata. Si svolgerà presso la Scuola Normale Superiore, Sala Azzurra del Palazzo della Carovana, sita in Piazza dei Cavalieri 7, a Pisa.

Tutti gli interessati, giornalisti, esperti, ma anche studenti e operatori del settore sono invitati a partecipare all’evento comunicando la loro presenza all’indirizzo email [email protected].

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il mio talento crescerà in Italia

Next Article

Bologna: classe di soli stranieri in una scuola media. Il Preside: "Non è un ghetto"

Related Posts
Leggi di più

Francia, suicida la star dei social MavaChou: travolta dagli insulti dei fan dopo la separazione dal marito

Maëva Frossard, 32 anni, si è tolta la vita lo scorso 22 dicembre. La procura di Epinal vuole capire se il suo gesto può essere stato una diretta conseguenza degli insulti ricevuti sui social network dove lei aveva costrutito un piccolo impero grazie ai video sulla vita di coppia e consigli per l'acquisto con l'ex marito. La situazione poi è precipitata dopo la loro separazione.