Roma Tre, gli studenti potranno dare ripetizioni in cambio di cfu

L’iniziativa di Roma Capitale e dell’Ateneo: supporto allo studio in cambio di crediti formativi
 
Gli alunni delle scuole medie di Roma che devono “recuperare” determinate materie potranno contare da quest’anno su dei tutor molto preparati, e completamente a costo zero. Ha preso il via, infatti, il progetto “FormarsInsieme” di supporto scolastico rivolto in particolare agli studenti delle seconde e terze medie da parte dei giovani universitari, realizzato da Roma Capitale e dall’Università di Roma Tre in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale e Biblioteche di Roma.
Gli studenti del corso di lingue, letterature e culture straniere dell’ateneo presteranno le proprie capacità per assistere gli studenti con difficoltà su alcuni argomenti scolastici. In cambio, avranno la possibilità di ottenere crediti formativi universitari (Cfu): 6 per 150 ore di ripetizioni effettuate. “Presto il progetto si estenderà ad altri Dipartimenti”, annuncia Marinella Rocca, docente di Lingua, Letteratura e Cultura Inglese dell’ateneo romano, che ha organizzato l’iniziativa assieme all’assessore alla Scuola di Roma Capitale Paolo Masini.
Il ripasso “accademico” potrà essere svolto su diversi argomenti – lingue, italiano, storia e geografia, matematica – e si terrà nel dipartimento Scuola di Roma Capitale, nelle biblioteche comunali e all’interno dell’Ateneo. Per ora gli universitari coinvolti sono 20, mentre “ben 76 richieste di supporto sono arrivate dai dirigenti scolastici con la comunicazione che abbiamo inviato alle scuole”, ha spiegato l’assessore Masini. Il progetto prevede che siano i prèsidi degli istituti a individuare e segnalare le principali situazioni che meritano supporto.
“Questo progetto rappresenta una sinergia unica tra mondo della scuola e dell’università – ha detto Masini – un’eccellenza che ci consente di dare una mano alle famiglie con difficoltà economiche, e che a breve sarà estesa agli altri atenei. E l’idea di città-comunità che stiamo realizzando a partire dalle scuole. Ci auguriamo possa essere ripresa da altri Comuni”.
“Siamo lieti, come lo sono i nostri studenti, di aiutare i ragazzi delle scuole medie offrendo loro ripetizioni gratis”, ha affermato Mario Panizza, rettore dell’Università Roma Tre. “Siamo certi che questo potrà essere per loro un primo approccio al mondo universitario che, chissà, potrà invogliarli e indirizzarli ancor meglio nello studio”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Dal Miur, 308 mila euro alla Bicocca per studiare (e migliorare) il fisco italiano

Next Article

Le scuole fatte con bottigliette di plastica riciclate: ecco il progetto EcoBricks

Related Posts
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.