Due convenzioni tra Roma Tre e Laziodisu

convenzione.JPGIncentivare e sostenere la mobilità internazionale e l’orientamento formativo. Questi gli obiettivi di due convenzioni firmate da Laziodisu, rappresentata dal direttore generale Pierluigi Mazzella, e dall’Università degli Studi Roma Tre, rappresentata dal rettore Guido Fabiani.
La prima convenzione intende favorire specifiche esperienze all’estero di ricerca e di formazione degli studenti e dei dottorandi di Roma Tre e prevede un contributo di 55.000 euro a sostegno dei programmi per l’anno accademico 2008-2009.
Obiettivo della seconda convenzione è lo sviluppo di attività volte a ridurre il fenomeno dell’abbandono degli studi e del ritardo nel percorso universitario. Laziodisu finanzierà 26 borse di studio, con un contributo di 50.700 euro, per studenti senior che svolgeranno, in collaborazione con il personale Adisu Roma Tre e i docenti delegati del gruppo di lavoro orientamento di ateneo.
«Le convenzioni sottoscritte tra Roma Tre e Laziodisu – ha dichiarato il rettore Guido Fabiani – rappresentano un significativo progresso per gli interventi di diritto allo studio. Rispecchiano la convergenza di interessi tra l’ateneo e le Regioni a favore degli studenti, e con linee di azione su cui Roma Tre è da anni fortemente impegnata».

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Al conservatorio di Napoli si parla di musica contemporanea

Next Article

L'Università? "Un Paese di Baroni"

Related Posts
Leggi di più

Green pass, Corte Costituzionale boccia il conflitto di attribuzione sollevato da 27mila docenti e studenti

Un avvocato e docente universitario genovese - in proprio e in qualità di rappresentante di 27.252 docenti, studenti e membri del personale scolastico e universitario - aveva sollevato il conflitto sull'omesso esame di una petizione in cui si chiedeva di non convertire in legge il decreto-legge che ha introdotto l’obbligo di green pass nelle scuole e nelle Università. La Corte: "I firmatari di una petizione non sono titolari di funzioni costituzionali"