Rimini, opportunità nel centro commerciale

La società Co.Import opera nella grande distribuzione la sua offerta commerciale comprende differenti categorie merceologiche che spaziano dal casalingo, al complemento d’arredo, al gadget, all’oggettistica.
L’azienda si sviluppa oggi capillarmente su una rete di 40 punti di vendita gestiti direttamente e presenti su tutto il territorio italiano, prevalentemente nei centri commerciali. La società è attualmente alla ricerca di personale da inserire nella città di Rimini, precisamente nel punto vendita presente nel centro commerciale “Le Befane”.
Si assumono magazzinieri e addetti alle vendite; i magazzinieri dovranno avere un’età compresa fra i 18 ed i 30 anni e saranno incaricati della gestione della merce nel magazzino, quindi del ricevimento e smistamento della stessa e conseguente controllo qualitativo e quantitativo. Gli addetti alla vendita, invece, lavoreranno all’interno del negozio e si occuperanno dell’esposizione dei prodotti, utilizzeranno il registratore di cassa, supporteranno la gestione degli ordini ai fornitori.
I candidati ideali hanno un’età compresa tra i 18 e i 28 anni, sono dinamici e hanno grande attitudine al lavoro di gruppo. È richiesta disponibilità a lavorare su turni e nei giorni festivi. Il contratto offerto potrà essere a tempo indeterminato.
Per candidarsi a questa, e alle altre candidature presenti, occorre collegarsi al sito www.coimport.com e andare nella sezione “lavora con noi”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

A Perugia il primo Forum Ue per il diritto allo studio

Next Article

72 Tirocini al MEF, li promuove la Crui

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.