A Perugia il primo Forum Ue per il diritto allo studio

perugia.gifPrenderà il via domani a Perugia Study Box, il primo Forum europeo per il diritto allo studio e la formazione universitaria. L’incontro è organizzato dall’Associazione Nazionale degli Organismi per il Diritto allo Studio Universitario e dall’Adisu, l’associazione umbra. Saranno presenti anche i ministri dell’istruzione, Mariastella Gelmini, e delle Politiche giovanili, Giorgia Meloni.
I temi al centro del “forum” saranno quelli “caldi” dell’attuale dibattito: in primis, i problemi dell’identità e dello sviluppo delle città universitarie, l’“effettività” del diritto allo studio, l’innovazione e la ricerca, la mobilità degli studenti (proiettati oltre l’Unione Europea verso America, Cina e Russia, secondo il progetto europeo “Erasmus Mundus”). E, oltre alla presenza ufficiale di università europee (come Praga, Vilnius, Friburgo, Aix-en-Provence, Sheffield) ed extraeuropee (la brasiliana “Univali” e l’egiziana “American University of Cairo”), confluiranno a Perugia, per una “storica occasione”, tutti i conservatori musicali e le accademie italiane, per costituire una loro “Conferenza Nazionale”.
In programma anche convegni, incontri, tavole rotonde, “workshops”, seminari, e poi mostre d’arte e concerti, secondo una fitta rete di appuntamenti preparata per gli oltre 8 mila studenti che, tramite le loro associazioni, converranno a Perugia da tutti i paesi europei.
Manuel Massimo

Total
0
Shares
3 comments
  1. ciao questa citta mi piace molto. io non sono italiano ma ho avuto la fortuna di visitare questa citta nel 2005 e sono molto contento di revisitarla ma il problema é qua in algeria . non possiamo uscire non abbiamo le possibilita di uscire solo loro ” i borghesi” algerini hanno il diretto di andare dove vogliono. mi dispiace perugia ti amo molto ma scusa me di non revenire perche sono in un grande carcere libero. questo carcere si chiama l’algeria. sono trista molto molto. ciao *

Lascia un commento
Previous Article

Vodafone assume diplomati con esperienza

Next Article

Rimini, opportunità nel centro commerciale

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"