Programme Eiffel: 400 borse da 1.400 euro per studiare in Francia

studiare in francia

Studiare in Francia – Programme Eiffel: 400 borse di studio per laureati magistrali e dottorandi. In palio sovvenzioni del valore di 1.400 euro al mese.

L’agenzia per lo studio Campus France ha varato anche per quest’anno il Programme Eiffel, un programma che permette a brillanti laureati e dottorandi di proseguire il loro percorso di formazione in un’Università francese.

Due le opportunità offerte dal programma: il livello Master, che si rivolge a studenti in possesso della laurea magistrale ai quali viene garantito un finanziamento pari a 1.181 euro mensili più il rimborso delle spese di viaggio per un periodo compreso tra 12 fino a 36 mesi a seconda della durata del corso; oppure il livello Doctorat, un finanziamento di mobilità del valore di 1.400 euro mensili, della durata massima di 10 mesi, per un co tutorato o una co direzione di una tesi di dottorato.

Requisiti richiesti: avere meno di 35 anni di età ed aver conseguito il titolo in Ingegneria-Scienze, Economia-Gestione o Diritto-Scienze politiche.

Per partecipare al programma occorre essere preselezionati da un’Università francese che inviano le candidature all’agenzia Campus France. Il programma riserva una via preferenziale per gli studenti provenienti da paesi emergenti (nell’ordine Asia, America latina, Europa dell’Est, Medio Oriente e nuovi Stati membri dell’Unione Europea), tuttavia anche le candidature di ragazzi residenti in paesi industrializzati come l’Italia verranno prese in debita considerazione.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata all’8 gennaio 2014. Il bando, la modulistica e maggiori informazioni le potete trovare al sito ufficiale del programma.

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Imprenditori si diventa a scuola: in Alto Adige gli studenti fondano delle aziende in classe

Next Article

La mappa che mostra in tempo reale chi nasce e chi muore in tutto il mondo

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.