Progetto di volontariato in Indonesia

Vola in Indonesia per contribuire agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile
Prendi parte al progetto di volontariato per sei settimane in Indonesia per contribuire al raggiungimento del Global Goal n°8: Lavoro dignitoso e crescita economica.
Sapevi che in Indonesia la forza lavoro cresce più velocemente dei posti di occupazione disponibili causando l’aumento della disoccupazione?
Questa situazione costringe la popolazione ad esplorare la propria capacità nella creazione di nuovi business portando, così, l’imprenditorialità in scena con un ruolo decisivo nel sostentamento dell’economia del Paese.
AIESEC ha attivato il progetto di volontariato “Social Entrepreneurship Bandung Project”, con durata dal 10 Luglio al 22 Agosto, a Sumur Bandung, Indonesia, che mira alla sensibilizzazione e al raggiungimento dell’Obiettivo n°8: Promuovere una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, la piena e produttiva occupazione e un lavoro decoroso per tutti. L’obiettivo è aumentare il valore della multiculturalità nel segmento imprenditoriale per avere diversi spunti e punti di vista su come generare nuovi posti di lavoro. Le principali attività di cui ti occuperai saranno:

  • Generare consapevolezza sull’imprenditorialità e sul suo ruolo all’interno dei villaggi
  • Preparare dei business models e piani promozionali per diversi prodotti
  • Insegnare inglese e preparare varie attività per favorire lo sviluppo di una mente imprenditoriale nelle scuole

La quota associativa per partecipare al programma Global Volunteer è di 300 euro, con alloggio incluso nel prezzo.
Scadenza candidature: 18 Maggio 2019. Per scoprire di più sui nostri progetti e ricevere maggiori informazioni iscriviti al sito aiesec.it oppure scrivi a [email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Proroga iscrizioni alle scuole di ogni ordine e grado delle zone terremotate per l’anno scolastico 2019/2020

Next Article

Amazon Scout: iniziano i test pubblici per il robot corriere

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.