Amazon Scout: iniziano i test pubblici per il robot corriere

Amazon Scout è un robot-corriere inventato dal colosso dell’e-commerce per consegnare i pacchi al cliente finale, eliminando quindi il corriere espresso dall’equazione. Da poche ore circola in un quartiere di Washington (non tanto distante dal QG Amazon di Seattle) nei suoi primi test pubblici.
Scout ha dimensioni paragonabili a quelle di un frigorifero portatile; ha sei ruote, è elettrico con batteria integrata e “cammina” a velocità molto ridotte – occupa il marciapiede, per capirci, non la carreggiata. In questa fase di test, ogni Scout sarà seguito da un dipendente umano di Amazon, che supervisionerà la consegna e il tragitto. Secondo Amazon, Scout è già capace di rilevare ogni eventuale ostacolo, come pedoni e animali. Alcuni dettagli, tuttavia, sono ancora poco chiari – per esempio, come farà il cliente ad autenticarsi e farsi riconoscere da Scout, onde evitare che il pacco venga consegnato alla persona sbagliata.

Amazon non è l’unica azienda del settore che si sta impegnando per automatizzare la consegna di pacchi e prodotti; naturalmente la sua posizione di dominio del settore dell’ecommerce è un vantaggio non da poco, e l’interazione con altri servizi già presentati, come per esempio quello che apre automaticamente la porta di casa o del garage non fa che aumentare il suo potenziale.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Progetto di volontariato in Indonesia

Next Article

Maturità 2019, le simulazioni saranno delle vere e proprie prove. Pubblicate le date

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".