Profumo premia la Social Innovation

Nuove tecnologie e telemedicina per sostenere l’innovazione nel settore sanitario in Calabria, valorizzare le risorse storico-artistiche del Rione Sanità a Napoli, sviluppare un social network per la mobilità sostenibile a Palermo, migliorare l’efficienza energetica e la riduzione dei consumi in Puglia attraverso il riutilizzo degli scarti dell’agricoltura.

Sono queste le idee vincitrici del bando Social Innovation premiate dal ministro Francesco Profumo.

I progetti, presentati al Miur dai rispettivi relatori – tutti di un’età compresa tra i 26 e i 29 anni, provenienti da Calabria, Campania, Sicilia e Puglia – hanno l’obiettivo di promuovere l’innovazione e lo sviluppo sostenibile e garantire servizi più efficienti e vicini alle esigenze dei cittadini nei settori sanitario, turistico-culturale, della mobilità e dell’efficienza energetica.

Complessivamente, nell’ambito del bando Social Innovation, riservato ai giovani di età inferiore a 30 anni delle quattro Regioni della Convergenza, sono stati selezionati 58 progetti per un finanziamento totale di 40 milioni di euro.

Di questi, quattro sono stati presentati e illustrati al Miur.

I progetti presentati sono:

Smart Health
Ambito primario: Smart Health – Calabria

Il progetto Smart Health ha l’obiettivo di sostenere l’innovazione nel settore sanitario attraverso lo sviluppo di una nuova tecnologia nell’ambito  della telemedicina e l’erogazione di servizi assistenziali di tipo sanitario al di fuori dei contesti ospedalieri, a garanzia di una migliore programmazione ed impiego delle risorse a disposizione del territorio meridionale.

Relatore del progetto è Clara Nino, ingegnere di Crotone, 29 anni, laureata in Ingegneria Gestionale.

SANITA’ A.ppl.L. – Arte, Innovazione e Lavoro
Ambito primario: Smart culture e Turismo – Campania

Il progetto si inserisce in un processo di valorizzazione delle risorse storico-artistiche del Rione Sanità, elaborato dalla partnership tra: L’Altra Napoli Onlus, La Cooperativa Sociale La Paranza Onlus e l’Associazione Culturale Officinae Efesti. Gli interventi proposti hanno come obiettivo quello di sperimentare nuove forme di fruizione dei beni storico-artistici, grazie all’uso di tecnologie ancora poco utilizzate dal tessuto sociale locale, con particolare attenzione alla capacità di diretto coinvolgimento dei cittadini.

Relatore del progetto è il Dott. Luigi Augusto Malcangi di Barra (Napoli), 28 anni, Laureando in Linguistica Interculturale.

TraffiCO2 – Social network per la mobilità sostenibile
Ambito primario: Smart mobility e last-mile logistic – Sicilia

Il progetto TraffiCO2 consiste nello sviluppo di un social network per la mobilità sostenibile disponibile tramite web e applicazioni mobilie.  TraffiCO2 è studiato per essere offerto principalmente ad associazioni, enti e aziende che si offrono di adottare la soluzione.

Molte aziende ed enti, infatti, hanno l’obbligo di dotarsi di mobility manager e l’applicazione rappresenta uno strumento smart e dinamico per la gestione e regolazione dei flussi urbani.  L’intero sistema è basato sul concetto di “CO2” come unità di misura e moneta di scambio virtuale all’interno della piattaforma.

L’intera piattaforma è regolata da un mercato virtuale basato sullo scambio di volumi di CO2. Ogni utente potrà tenere traccia in maniera dettagliata e istantanea dei propri termini di riduzione dei consumi e salvaguardia dell’ambiente.

Il relatore del progetto è Salvatore Di Dio, ingegnere di Palermo, 29 anni, laureato in Ingegneria Edile Architettura.

[email protected] efficiente per natura
Ambito primario: Energy efficiency e low carbon technologies – Puglia

Il progetto [email protected] parte dal riutilizzo di scarti dell’agricoltura per realizzare un prodotto tecnologico e innovativo costituito da un sistema di coibentazione di ridotte dimensioni, al fine di garantire le elevate prestazioni energetico-acustiche previste dalle vigenti norme di legge.

L’obiettivo del prodotto è finalizzato al raggiungimento del miglioramento delle performance energetiche ed ambientali degli agglomerati urbani, attraverso l’incremento delle prestazioni di efficienza energetica e la riduzione dei consumi delle risorse. La mission dei soggetti proponenti è quella di sviluppare un’attività di ricerca industriale, finalizzata a far crescere un capitale umano specializzato nel settore e sviluppare dunque meccanismi di “crescita intelligente”.

Relatore del progetto è il Dott. Michele Raguso, 26 anni, di Gravina in Puglia (Bari).

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Mentana e la questione giovani: "ho un lavoro che mi piace"

Next Article

Tate e flebo per gli studenti cinesi

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, online il bando del Ministero per finanziare i progetti di interesse nazionale. Messa: “Pronti 749 milioni di euro”

E' online il bando, finanziato in parte con le risorse del PNRR, che stanzia quasi 750 milioni di euro per lo sviluppo della ricerca italiana. Dei 749 milioni, circa 223 milioni - il 30% del totale - sono destinati a progetti presentati da professori o ricercatori con meno di 40 anni. Il ministro Messa: "Vogliamo incentivare i giovani a sviluppare ambiziosi progetti di ricerca di base".
Leggi di più

Percorsi di studio “transnazionali” e un’unica carta dei diritti per gli studenti: ecco l’università “europea” immaginata dalla ministra Messa

Dopo 23 anni dalla Dichiarazione di Bologna, i ministri europei dell'Università si sono ritrovati a Parigi per ridisegnare il futuro dell'istruzione accademica. La ministra Maria Cristina Messa: "Obiettivo è creare un'offerta transnazionale, internazionalizzando i percorsi di studio e disponendo una carta europea dello studente".