Premio Panto dall’Università di Padova

L’Università degli Studi di Padova bandisce un concorso a due premi di studio dell’importo lordo di 3.500 euro ciascuno.
Detti premi sono finanziati dalla signora Elisa Panto, in qualità di fondatrice della Fondazione Giorgio Panto, al fine di tener vivo il ricordo del padre Giorgio Panto, un uomo che si è dedicato con estrema passione e amore al suo lavoro, dalla storica azienda di infissi fino al mondo dei media, diventando un personaggio di successo su più fronti.
I premi sono riservati a coloro che, residenti nella Regione del Veneto, abbiano conseguito, in data non antecedente al 2006, la laurea triennale o specialistica presso l’Università degli Studi di Padova, Facoltà di Economia o Facoltà di Scienze della Formazione e che abbiano elaborato una tesi o dei lavori inerenti a casi aziendali nei settori dell’economia o dei media.
La domanda di partecipazione al concorso, diretta al Magnifico Rettore di questa Università e redatta in carta semplice, secondo lo schema allegato al presente bando, dovrà essere fatta pervenire, al Servizio Formazione Post Lauream o portandola di persona o a mezzo servizio postale, inviandola all’indirizzo via VIII febbraio 1848 2, 35122 Padova.
Tutte le domande di partecipazione dovranno pervenire entro e non oltre la data del 30 ottobre 2008.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Product Supply alla Procter&Gamble

Next Article

Atenei, non si ferma la protesta

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.