Premio di laurea da 3.300 euro per una tesi scinetifico-economica

La Fondazione Manlio Resta Onlus apre le candidature al premio di laurea di 3.300 euro per gli studenti che abbiano redatto una tesi di laurea in ambito scentifico economico.
Il progetto prende vita su iniziativa della famiglia, con l’intento di promuovere la divulgazione del pensiero economico del Prof. Manlio Resta, oltre che per formare studiosi nelle scienze economiche e sociali.
Per candidarsi è necessessari presentare una tesi specialistica a ciclo unitario o magistrale, con voto di 110 o 110 e lode, o discussa in una Università degli studi italiana a partire dall’Anno Accademico 2015/2016 e, comunque, entro il 29 luglio 2018. La tesi dovrà esere scritta in italiano o in inglese, riguardante argomenti riferiti all’ambito delle Scienze economiche.
Ogni partecipante dovrà inoltrare la richiesta di attivazione della propria cartella, in cui ci sarà il modulo di domanda di partecipazione ed un questionario da compilare.
Tra la documentazione necessaria, i candidati dovranno inoltre preparare in formato .pdf la scansione del modulo di domanda partecipazione sottoscritto e firmato, tesi di laurea originale, sintesi della tesi, lettera di presentazione del Relatore recante firma autografa

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Educatore in Germania. Previsti benefits e corso di tedesco

Next Article

La rassegna stampa di mercoledì 25 luglio

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.